Storico delle modifiche apportate all'articolo 121 Codice delle Assicurazioni Private aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 121 (Informazione precontrattuale in caso di vendita a distanza).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 121 Informazione precontrattuale in caso di vendita a distanza

    Vigente dal: 30/06/2015 Vigente al: 30/06/2018
    Testo precedente
    Informazione precontrattuale in caso di vendita a distanza
    1. In caso di vendita a distanza, l'intermediario rende note al contraente almeno le seguenti informazioni preliminari:
    a) l'identità dell'intermediario e il fine della chiamata;
    b) l'identità della persona in contatto con il contraente ed il suo rapporto con l'intermediario assicurativo;
    c) una descrizione delle principali caratteristiche del servizio o prodotto offerto;
    d) il prezzo totale, comprese le imposte, che il contraente dovrà corrispondere.
    2. In ogni caso l'informazione è fornita al contraente prima della conclusione del contratto di assicurazione. Può essere fornita verbalmente solo a richiesta del contraente o qualora sia necessaria una copertura immediata del rischio. In tali casi l'informazione è fornita su un supporto durevole subito dopo la conclusione del contratto.
    3. L'ISVAP, con regolamento, determina le informazioni sull'intermediario e sulle caratteristiche del contratto, che sono comunicate al contraente in modo chiaro e comprensibile nel rispetto di quanto previsto ai commi 1 e 2.
    Testo modificato
    Informazione precontrattuale in caso di vendita a distanza
    1. In caso di vendita a distanza, l'intermediario rende note al contraente almeno le seguenti informazioni preliminari:
    a) l'identità dell'intermediario e il fine della chiamata;
    b) l'identità della persona in contatto con il contraente ed il suo rapporto con l'intermediario assicurativo;
    c) una descrizione delle principali caratteristiche del servizio o prodotto offerto;
    d) il prezzo totale, comprese le imposte, che il contraente dovrà corrispondere.
    2. In ogni caso l'informazione è fornita al contraente prima della conclusione del contratto di assicurazione. Può essere fornita verbalmente solo a richiesta del contraente o qualora sia necessaria una copertura immediata del rischio. In tali casi l'informazione è fornita su un supporto durevole subito dopo la conclusione del contratto.
    3. L'IVASS, con regolamento, determina le informazioni sull'intermediario e sulle caratteristiche del contratto, che sono comunicate al contraente in modo chiaro e comprensibile nel rispetto di quanto previsto ai commi 1 e 2.
  2. Art. 121 Informazione precontrattuale in caso di vendita a distanza

    Vigente dal: 01/07/2018 Vigente al:
    Testo precedente
    Informazione precontrattuale in caso di vendita a distanza
    1. In caso di vendita a distanza, l'intermediario rende note al contraente almeno le seguenti informazioni preliminari:
    a) l'identità dell'intermediario e il fine della chiamata;
    b) l'identità della persona in contatto con il contraente ed il suo rapporto con l'intermediario assicurativo;
    c) una descrizione delle principali caratteristiche del servizio o prodotto offerto;
    d) il prezzo totale, comprese le imposte, che il contraente dovrà corrispondere.
    2. In ogni caso l'informazione è fornita al contraente prima della conclusione del contratto di assicurazione. Può essere fornita verbalmente solo a richiesta del contraente o qualora sia necessaria una copertura immediata del rischio. In tali casi l'informazione è fornita su un supporto durevole subito dopo la conclusione del contratto.
    3. L'IVASS, con regolamento, determina le informazioni sull'intermediario e sulle caratteristiche del contratto, che sono comunicate al contraente in modo chiaro e comprensibile nel rispetto di quanto previsto ai commi 1 e 2.
    Testo modificato
    Informazione precontrattuale in caso di vendita a distanza
    1. Fatto salvo quanto previsto dagli articoli 185, 185-bis e 185-ter, in caso di vendita a distanza, il distributore rende note al contraente almeno le seguenti informazioni preliminari:
    a) l'identità del distributore e il fine della chiamata;
    b) l'identità della persona in contatto con il contraente ed il suo rapporto con il distributore assicurativo;
    c) una descrizione delle principali caratteristiche del servizio o prodotto offerto;
    d) il prezzo totale, comprese le imposte, che il contraente dovrà corrispondere;
    e) l'informativa relativa al compenso ricevuto in relazione al contratto distribuito, secondo quanto previsto dall'articolo 120-bis;
    f) le ulteriori informazioni di cui agli articoli 67-quater e seguenti del decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206.
    2. In ogni caso l'informazione è fornita al contraente prima della conclusione del contratto di assicurazione. La stessa può essere fornita verbalmente solo a su espressa richiesta del contraente o qualora sia necessaria una copertura immediata del rischio. In caso di collocamento di un contratto a distanza mediante telefonia vocale, se il contraente lo richiede espressamente, gli obblighi di trasmissione della documentazione sono adempiuti, subito dopo la conclusione del contratto a distanza e comunque non oltre i cinque giorni successivi; in mancanza della predetta richiesta gli obblighi di trasmissione della documentazione sono adempiuti prima della conclusione del contratto di assicurazione. Anche se il contraente ha scelto di ottenere precedentemente le informazioni tramite un supporto durevole non cartaceo in conformità a quanto previsto dall'articolo 120-quater, comma 4, l'informazione è fornita al contraente dal distributore di prodotti assicurativi a norma dell'articolo 120-quater, commi 1 e 2, subito dopo la conclusione del contratto di assicurazione.
    3. L'IVASS, con regolamento, disciplina la promozione e il collocamento di contratti di assicurazione a distanza, anche per via telefonica, e determina le informazioni sul distributore e sulle caratteristiche del contratto, che sono comunicate al contraente in modo chiaro e comprensibile nel rispetto di quanto previsto ai commi 1 e 2, in conformità alle disposizioni dell'unione europea direttamente applicabili e nel rispetto del Codice del Consumo di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206.
    Il D.Lgs. 21 maggio 2018, n. 68 ha disposto (con l'art. 4, comma 7) che "Le disposizioni di cui agli articoli 1 e 2 del presente decreto legislativo trovano applicazione dal 1 ottobre 2018, conformemente a quanto previsto dalla direttiva (UE) 2018/411 del Parlamento europeo e del Consiglio, che modifica la direttiva (UE) 2016/97 per quanto riguarda la data di applicazione delle misure di recepimento degli Stati membri".