Storico delle modifiche apportate all'articolo 113 Codice Fallimentare aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 113 (Ripartizioni parziali).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 113 Ripartizioni parziali

    Vigente dal: 17/07/2006 Vigente al:
    Testo precedente
    Ripartizioni parziali
    Nelle ripartizioni parziali, che non possono superare il novanta per cento delle somme da ripartire, devono essere trattenute e depositate, nei modi stabiliti dal giudice delegato, le quote assegnate:
    1) ai creditori residenti all'estero per i crediti dei quali, essendo stato prorogato il termine, non sia ancora avvenuta la verificazione;
    2) ai creditori per i quali è stato ordinato l'accantonamento delle quote, nonché ai creditori ammessi con riserva di presentazione del titolo;
    3) ai creditori i cui crediti sono soggetti a condizione sospensiva non ancora verificata, compresi i crediti che non possono farsi valere contro il fallito se non previa escussione di un obbligato principale;
    4) alle spese future
    ritenute necessarie dal giudice delegato ed alle somme occorrenti per soddisfare il compenso e le spese dovute al curatore.
    Testo modificato
    Ripartizioni parziali
    1. Nelle ripartizioni parziali, che non possono superare l'ottanta per cento delle somme da ripartire, devono essere trattenute e depositate, nei modi stabiliti dal giudice delegato, le quote assegnate:
    1) ai creditori ammessi con riserva;
    2) ai creditori opponenti a favore dei quali sono state disposte misure cautelari;
    3) ai creditori opponenti la cui domanda è stata accolta ma la sentenza non è passata in giudicato;
    4) ai creditori nei cui confronti
    sono stati proposti i giudizi di impugnazione e di revocazione.
    2. Le somme
    ritenute necessarie per spese future, per soddisfare il compenso al curatore e ogni altro debito prededucibile devono essere trattenute; in questo caso, l'ammontare della quota da ripartire indicata nel primo comma del presente articolo deve essere ridotta se la misura dell'ottanta per cento appare insufficiente.
    3. Devono essere altresì trattenute e depositate nei modi stabiliti dal giudice delegato
    le somme ricevute dalla procedura per effetto di provvedimenti provvisoriamente esecutivi e non ancora passati in giudicato.