Storico delle modifiche apportate all'articolo 92 Codice Fallimentare aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 92 (Avviso ai creditori ed agli altri interessati).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 92 Avviso ai creditori ed agli altri interessati

    Vigente dal: 17/07/2006 Vigente al: 18/12/2012
    Testo precedente
    Avviso ai creditori per la verifica
    1. Il curatore comunica, mediante raccomandata, ai creditori e agli altri interessati compresi negli elenchi indicati nell'art. 89 il termine entro il quale devono far pervenire in cancelleria le loro domande, nonché le disposizioni della sentenza dichiarativa di fallimento, che riguardano la formazione dello stato passivo.
    2. Per i creditori e per gli altri interessati non residenti nel Regno l'avviso è rimesso a chi li rappresenta. Se manca un loro rappresentante nel Regno, il giudice può prorogare il termine e della proroga è data notizia a tutti gli altri creditori e interessati.
    Testo modificato
    Avviso ai creditori ed agli altri interessati
    1. Il curatore, esaminate le scritture dell'impreditore ed altre fonti di informazione, comunica senza indugio ai creditori e ai titolari di diritti reali o personali su beni mobili e immobili di proprietà o in possesso del fallito, a mezzo posta presso la sede dell'impresa o la residenza del creditore, ovvero a mezzo telefax o posta elettronica:
    1) che possono partecipare al concorso depositando nella
    cancelleria del tribunale, domanda ai sensi dell'articolo seguente;
    2)
    la data fissata per l'esame dello stato passivo e quella entro cui vanno presentate le domande;
    3) ogni utile informazione per agevolare la presentazione della domanda.
    2. Se il creditore ha sede o risiede all'estero, la comunicazione può essere effettuata al suo rappresentante in Italia, se esistente.
  2. Art. 92 Avviso ai creditori ed agli altri interessati

    Vigente dal: 19/12/2012 Vigente al:
    Testo precedente
    Avviso ai creditori ed agli altri interessati
    1. Il curatore, esaminate le scritture dell'impreditore ed altre fonti di informazione, comunica senza indugio ai creditori e ai titolari di diritti reali o personali su beni mobili e immobili di proprietà o in possesso del fallito, a mezzo posta presso la sede dell'impresa o la residenza del creditore, ovvero a mezzo telefax o posta elettronica:
    1) che possono partecipare al concorso depositando nella cancelleria del tribunale, domanda ai sensi dell'articolo seguente;
    2) la data fissata per l'esame dello stato passivo e quella entro cui vanno presentate le domande;
    3) ogni utile informazione per agevolare la presentazione della domanda.
    2. Se il creditore ha sede o risiede all'estero, la comunicazione può essere effettuata al suo rappresentante in Italia, se esistente.
    Testo modificato
    Avviso ai creditori ed agli altri interessati
    1. Il curatore, esaminate le scritture dell'imprenditore ed altre fonti di informazione, comunica senza indugio ai creditori e ai titolari di diritti reali o personali su beni mobili e immobili di proprietà o in possesso del fallito, a mezzo posta elettronica certificata se il relativo indirizzo del destinatario risulta dal registro delle imprese ovvero dall'Indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata delle imprese e dei professionisti e, in ogni altro caso, a mezzo lettera raccomandata o telefax presso la sede dell'impresa o la residenza del creditore:
    1) che possono partecipare al concorso trasmettendo domanda con le modalità indicate nell'articolo seguente;
    2) la data fissata per l'esame dello stato passivo e quella entro cui vanno presentate le domande;
    3) ogni utile informazione per agevolare la presentazione della domanda, con l'avvertimento delle conseguenze di cui all'articolo 31-bis, secondo comma, nonché della sussistenza dell'onere previsto dall'articolo 93, terzo comma, n. 5);
    4) il suo indirizzo di posta elettronica certificata.
    2. Se il creditore ha sede o risiede all'estero, la comunicazione può essere effettuata al suo rappresentante in Italia, se esistente.