Storico delle modifiche apportate all'articolo 110 Codice della Navigazione aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 110 (Compagnie e gruppi portuali).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 110 Compagnie e gruppi portuali

    Vigente dal: 19/02/1994 Vigente al: 18/03/1995
    Testo precedente
    Compagnie e gruppi portuali
    1. Le maestranze addette alle operazioni portuali sono costituite in compagnie o in gruppi, soggetti alla vigilanza dell'autorità preposta alla disciplina del lavoro portuale.
    2. Le compagnie hanno personalità giuridica.
    3. Alla costituzione, fusione o soppressione delle compagnie e dei gruppi provvedono, per la navigazione marittima, il direttore marittimo e, per la navigazione interna, il direttore dell'ispettorato compartimentale, secondo le norme del regolamento.
    4. Il regolamento stabilisce altresì le norme per il funzionamento delle compagnie e dei gruppi e determina, per i casi di fusione o di soppressione, le modalità relative alla valutazione e devoluzione dei beni costituenti il patrimonio delle compagnie.
    5. Salvo casi speciali stabiliti dal ministro per le comunicazioni, l'esecuzione delle operazioni portuali è riservata alle compagnie o ai gruppi.
    Testo modificato
    Compagnie e gruppi portuali
    1. Le maestranze addette alle operazioni portuali sono costituite in compagnie o in gruppi, soggetti alla vigilanza dell'autorità preposta alla disciplina del lavoro portuale.
    2. Le compagnie hanno personalità giuridica.
    3. Alla costituzione, fusione o soppressione delle compagnie e dei gruppi provvedono, per la navigazione marittima, il direttore marittimo e, per la navigazione interna, il direttore dell'ispettorato compartimentale, secondo le norme del regolamento.
    4. Il regolamento stabilisce altresì le norme per il funzionamento delle compagnie e dei gruppi e determina, per i casi di fusione o di soppressione, le modalità relative alla valutazione e devoluzione dei beni costituenti il patrimonio delle compagnie.
    5. abrogato (l. 28 gennaio 1994, n. 84)
    La L. 28 gennaio 1994, n. 84, ha disposto (con l'art. 27, comma 8) che dal 28 agosto 1994 sono abrogati i commi primo, secondo, terzo e quarto del presente articolo, per le parti afferenti la navigazione marittima.
  2. Art. 110 Compagnie e gruppi portuali

    Vigente dal: 19/03/1995 Vigente al:
    Testo precedente
    Compagnie e gruppi portuali
    1. Le maestranze addette alle operazioni portuali sono costituite in compagnie o in gruppi, soggetti alla vigilanza dell'autorità preposta alla disciplina del lavoro portuale.
    2. Le compagnie hanno personalità giuridica.
    3. Alla costituzione, fusione o soppressione delle compagnie e dei gruppi provvedono, per la navigazione marittima, il direttore marittimo e, per la navigazione interna, il direttore dell'ispettorato compartimentale, secondo le norme del regolamento.
    4. Il regolamento stabilisce altresì le norme per il funzionamento delle compagnie e dei gruppi e determina, per i casi di fusione o di soppressione, le modalità relative alla valutazione e devoluzione dei beni costituenti il patrimonio delle compagnie.
    5. abrogato (l. 28 gennaio 1994, n. 84)
    Testo modificato
    Compagnie e gruppi portuali
    1. abrogato (l. 28 gennaio 1994, n. 84, modificata dal d.l. 21 ottobre 1996, n. 535, convertito con l. 23 dicembre 1996, n. 647)
    2. abrogato (l. 28 gennaio 1994, n. 84, modificata dal d.l. 21 ottobre 1996, n. 535, convertito con l. 23 dicembre 1996, n. 647)
    3. abrogato (l. 28 gennaio 1994, n. 84, modificata dal d.l. 21 ottobre 1996, n. 535, convertito con l. 23 dicembre 1996, n. 647)
    4. abrogato (l. 28 gennaio 1994, n. 84, modificata dal d.l. 21 ottobre 1996, n. 535, convertito con l. 23 dicembre 1996, n. 647)
    5. abrogato (l. 28 gennaio 1994, n. 84).
    La L. 28 gennaio 1994, n. 84, come modificata dal D.L. 21 ottobre 1996, n. 535, convertito con modificazioni dalla L. 23 dicembre 1996, n. 647, ha disposto (con l'art. 20, comma 4) che "Fino all'entrata in vigore delle norme attuative della presente legge, continuano ad applicarsi le disposizioni previgenti in materia".