Storico delle modifiche apportate all'articolo 1217 Codice della Navigazione aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 1217 (Inosservanza di norme sulla linea di massimo carico).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 1217 Inosservanza di norme sulla linea di massimo carico

    Vigente dal: 20/07/1962 Vigente al:
    Testo precedente
    Inosservanza di norme sulla linea di massimo carico
    1. Il comandante della nave, che si fa rilasciare le spedizioni o l'autorizzazione alla partenza quando la nave è carica oltre la linea di massimo carico, è punito con l'ammenda da lire cinquecento a cinquemila, se la nave trasporta esclusivamente merci, e da lire mille a diecimila, se la nave trasporta passeggeri.
    2. La pena è aumentata di un terzo, se le spedizioni sono state rilasciate per viaggio di lungo corso.
    3. La disposizione si applica anche al comandante di nave straniera, la quale ai sensi dell'articolo 184 sia soggetta alle norme del tit. VI, cap. I, libro I della parte prima.
    Testo modificato
    Inosservanza di norme sulla linea di massimo carico
    1. Il comandante che naviga con la nave carica oltre la linea di massimo carico è punito con l'ammenda non inferiore a lire 5.000 per tonnellata in sovraccarico.
    2. Fuori dei casi di concorso, l'armatore, il quale omette di esercitare il dovuto controllo per impedire l'infrazione della presente norma, è punito, a titolo di colpa, con l'ammenda non inferiore a lire 50.000.
    3. Le norme dei commi precedenti si applicano anche all'armatore o al comandante di nave straniera la quale ai sensi dell'articolo 185 sia soggetta alle norme del titolo VI, capo I, libro I, parte I del presente Codice.
    La L. 5 giugno 1962, n. 616, ha disposto (con l'art. 36, comma 1) che "Le disposizioni della presente legge che richiedono, per la loro applicazione, l'emanazione di particolari norme regolamentari, non entrano in vigore fino a quando dette norme non sono emanate."