Storico delle modifiche apportate all'articolo 589 Codice della Navigazione aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 589 (Competenza per materia e per valore).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 589 Competenza per materia e per valore

    Vigente dal: 15/07/1976 Vigente al:
    Testo precedente
    Competenza per materia e per valore
    1. Sono proposte avanti il comandante di porto, se il valore non eccede le lire diecimila, e avanti il tribunale, se il valore è superiore a tale somma, le cause riguardanti:
    a) i danni dipendenti da urto di navi;
    b) i danni cagionati da navi nell'esecuzione delle operazioni di ancoraggio e di ormeggio e di qualsiasi altra manovra nei porti o in altri luoghi di sosta;
    c) i danni cagionati dall'uso di meccanismi di carico e scarico e dal maneggio delle merci in porto;
    d) i danni cagionati da navi alle reti e agli attrezzi da pesca;
    e) le indennità e i compensi per assistenza, salvataggio e ricupero;
    f) il rimborso di spese e i premi per ritrovamento di relitti.
    2. Le disposizioni del presente articolo si applicano anche alle navi da guerra nazionali.
    Testo modificato
    Competenza per materia e per valore
    1. Sono proposte avanti il comandante di porto, se il valore non eccede le lire diecimila, e avanti il tribunale, se il valore è superiore a tale somma, le cause riguardanti:
    a) i danni dipendenti da urto di navi;
    b) i danni cagionati da navi nell'esecuzione delle operazioni di ancoraggio e di ormeggio e di qualsiasi altra manovra nei porti o in altri luoghi di sosta;
    c) i danni cagionati dall'uso di meccanismi di carico e scarico e dal maneggio delle merci in porto;
    d) i danni cagionati da navi alle reti e agli attrezzi da pesca;
    e) le indennità e i compensi per assistenza, salvataggio e ricupero;
    f) il rimborso di spese e i premi per ritrovamento di relitti.
    2. Le disposizioni del presente articolo si applicano anche alle navi da guerra nazionali.
    La Corte Costituzionale, con sentenza 24 giugno - 7 luglio 1976, n. 164 (in G.U. 1a s.s. 14/7/1976, n. 184), ha dichiarato "l'illegittimità costituzionale dell'art. 589 del codice della navigazione nella parte in cui attribuisce al comandante di porto, quale giudice di primo grado, la competenza a decidere le cause per sinistri marittimi in detto articolo elencate e il cui valore non ecceda le lire centomila".