Storico delle modifiche apportate all'articolo 687 Codice della Navigazione aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 687 (Amministrazione dell'aviazione civile).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 687 Amministrazione dell'aviazione civile

    Vigente dal: 08/06/1983 Vigente al: 20/10/2005
    Testo precedente
    Ministro competente
    L'amministrazione della navigazione aerea è retta dal ministro per l'aeronautica.
    Testo modificato
    Ministro competente
    1. L'amministrazione della navigazione aerea è retta dal ministro per l'aeronautica.
    2. Al recepimento dei principi generali contenuti negli annessi alla convenzione relativa all'aviazione civile internazionale stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944, approvata ·e resa esecutiva con decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, ratificato con la legge 17 aprile 1956, n. 561, si provvede con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dei trasporti, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio di Stato, con l'osservanza dei seguenti criteri direttivi e nell'ambito delle sottoelencate materie:
    a) uniformità di normativa con la regolamentazione internazionale, tenendo conto della disciplina vigente nei vari Stati;
    b) considerazione dell'attuale assetto delle componenti dell'intero settore del trasporto aereo;
    c) possibilità di prevedere periodi transitori di adeguamento tecnico ed organizzativo;
    d) rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico interno e dei limiti derivanti dall'ordine pubblico internazionale.
    3. Le materie di cui al comma precedente concernono:
    1) telecomunicazioni aeronautiche, servizi radioelettrici e di radionavigazione, servizi del traffico aereo, segnaletica a terra;
    2) regole dell'aria e procedure di controllo del traffico aereo civile;
    3) licenze del personale aeronautico civile;
    4) navigabilità degli aeromobili civili;
    5) registrazione ed identificazione degli aeromobili civili;
    6) raccolta e scambio di informazioni meteorologiche;
    7) libri e documenti di bordo;
    8) mappa e carte aeronautiche;
    9) caratteristiche degli aeroporti e delle piste di atterraggio e decollo;
    10) aeromobili in pericolo e inchieste sugli incidenti;
    11) unità di misura;
    12) sicurezza del volo e degli aerodromi;
    13) esercizio degli aeromobili civili.
    4. Il Ministro dei trasporti è autorizzato ad emanare, con propri decreti, le conseguenti disposizioni tecniche concernenti le materie sopraelencate.
    5. Al recepimento delle direttive della Comunità economica europea in materia di aviazione civile si provvede mediante le procedure previste dai commi precedenti.
  2. Art. 687 Amministrazione dell'aviazione civile

    Vigente dal: 21/10/2005 Vigente al: 28/05/2006
    Testo precedente
    Ministro competente
    1. L'amministrazione della navigazione aerea è retta dal ministro per l'aeronautica.
    2. Al recepimento dei principi generali contenuti negli annessi alla convenzione relativa all'aviazione civile internazionale stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944, approvata ·e resa esecutiva con decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, ratificato con la legge 17 aprile 1956, n. 561, si provvede con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dei trasporti, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio di Stato, con l'osservanza dei seguenti criteri direttivi e nell'ambito delle sottoelencate materie:
    a) uniformità di normativa con la regolamentazione internazionale, tenendo conto della disciplina vigente nei vari Stati;
    b) considerazione dell'attuale assetto delle componenti dell'intero settore del trasporto aereo;
    c) possibilità di prevedere periodi transitori di adeguamento tecnico ed organizzativo;
    d) rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico interno e dei limiti derivanti dall'ordine pubblico internazionale.
    3.
    Le materie di cui al comma precedente concernono:
    1) telecomunicazioni aeronautiche, servizi radioelettrici
    e di radionavigazione, servizi del traffico aereo, segnaletica a terra;
    2) regole dell'aria e procedure di controllo del traffico aereo civile;
    3) licenze del personale aeronautico civile;
    4) navigabilità
    degli aeromobili civili;
    5) registrazione
    ed identificazione degli aeromobili civili;
    6) raccolta e scambio di informazioni meteorologiche;
    7) libri e documenti di bordo;
    8) mappa e carte aeronautiche;
    9) caratteristiche degli aeroporti e delle piste di atterraggio e decollo;
    10) aeromobili in pericolo e inchieste sugli incidenti;
    11) unità di misura;
    12) sicurezza del volo e degli aerodromi;
    13) esercizio degli aeromobili civili.
    4. Il Ministro dei trasporti è autorizzato ad emanare, con propri decreti, le conseguenti disposizioni tecniche concernenti le materie sopraelencate.
    5. Al recepimento delle direttive della Comunità economica europea in materia di aviazione civile si provvede mediante le procedure previste dai commi precedenti.
    Testo modificato
    Amministrazione dell'aviazione civile
    1. L'Ente nazionale per l'aviazione civile (ENAC), nel rispetto dei poteri di indirizzo del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, nonché fatte salve le competenze specifiche degli altri enti aeronautici, agisce come unica autorità di regolazione tecnica, certificazione e vigilanza nel settore dell'aviazione civile, mediante le proprie strutture centrali e periferiche, e cura la presenza e l'applicazione di sistemi di qualità aeronautica rispondenti ai regolamenti comunitari.
    2. Le attribuzioni e l'organizzazione degli enti aeronautici sono disciplinate dalle rispettive norme istitutive, nonché dalle norme statutarie ed organizzative.
  3. Art. 687 Amministrazione dell'aviazione civile

    Vigente dal: 29/05/2006 Vigente al:
    Testo precedente
    Amministrazione dell'aviazione civile
    1. L'Ente nazionale per l'aviazione civile (ENAC), nel rispetto dei poteri di indirizzo del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, nonché fatte salve le competenze specifiche degli altri enti aeronautici, agisce come unica autorità di regolazione tecnica, certificazione e vigilanza nel settore dell'aviazione civile, mediante le proprie strutture centrali e periferiche, e cura la presenza e l'applicazione di sistemi di qualità aeronautica rispondenti ai regolamenti comunitari.
    2. Le attribuzioni e l'organizzazione degli enti aeronautici sono disciplinate dalle rispettive norme istitutive, nonché dalle norme statutarie ed organizzative.
    Testo modificato
    Amministrazione dell'aviazione civile
    1. L'Ente nazionale per l'aviazione civile (ENAC), nel rispetto dei poteri di indirizzo del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, nonché fatte salve le competenze specifiche degli altri enti aeronautici, agisce come unica autorità di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo nel settore dell'aviazione civile, mediante le proprie strutture centrali e periferiche, e cura la presenza e l'applicazione di sistemi di qualità aeronautica rispondenti ai regolamenti comunitari.
    2. Le attribuzioni e l'organizzazione dell'ENAC e degli altri enti aeronautici sono disciplinate dalle rispettive norme istitutive, nonché dalle norme statutarie ed organizzative.