Storico delle modifiche apportate all'articolo 731 Codice della Navigazione aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 731 (Il personale aeronautico).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 731 Il personale aeronautico

    Vigente dal: 08/06/1983 Vigente al: 13/01/1997
    Testo precedente
    Distinzione della gente dell'aria
    La gente dell'aria comprende:
    a) il personale di volo;
    b) il personale addetto ai servizi a terra;
    c) il personale tecnico-direttivo delle costruzioni aeronautiche.
    Testo modificato
    Distinzione della gente dell'aria
    1. La gente dell'aria comprende:
    a) il personale di volo;
    b) il personale addetto ai servizi a terra;
    c) il personale tecnico-direttivo delle costruzioni aeronautiche.
    2. Il personale di cui alla lettera a) del comma precedente e il personale della lettera b), limitatamente al servizio pubblico di informazione al volo in concessione, deve essere provvisto di licenze, attestati e abilitazioni.
    3. Devono essere altresì provvisti di licenze, attestati e abilitazioni i soggetti che, pur non rientrando nelle categorie della gente dell'aria, svolgono attività di pilota o di paracadutista.
    4. Il regolamento per disciplinare i casi e le modalità per il rilascio, il rinnovo, la reintegrazione, la sospensione o la revoca delle licenze, degli attestati e delle abilitazioni, è emanato con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dei trasporti, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio di Stato, uniformandosi ai criteri stabiliti nell'allegato 1 "Licenze del personale" alla convenzione relativa all'aviazione civile internazionale stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944, approvata e resa esecutiva con decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, ratificato con la legge 17 aprile 1956, n. 561.
  2. Art. 731 Il personale aeronautico

    Vigente dal: 14/01/1997 Vigente al: 09/04/2002
    Testo precedente
    Distinzione della gente dell'aria
    1. La gente dell'aria comprende:
    a) il personale di volo;
    b) il personale addetto ai servizi a terra;
    c) il personale tecnico-direttivo delle costruzioni aeronautiche.
    2. Il personale di cui alla lettera a) del comma precedente e il personale della lettera b), limitatamente al servizio pubblico di informazione al volo in concessione, deve essere provvisto di licenze, attestati e abilitazioni.
    3. Devono essere altresì provvisti di licenze, attestati e abilitazioni i soggetti che, pur non rientrando nelle categorie della gente dell'aria, svolgono attività di pilota o di paracadutista.
    4. Il regolamento per disciplinare i casi e le modalità per il rilascio, il rinnovo, la reintegrazione, la sospensione o la revoca delle licenze, degli attestati e delle abilitazioni, è emanato con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dei trasporti, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio di Stato, uniformandosi ai criteri stabiliti nell'allegato 1 "Licenze del personale" alla convenzione relativa all'aviazione civile internazionale stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944, approvata e resa esecutiva con decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, ratificato con la legge 17 aprile 1956, n. 561.
    Testo modificato
    Distinzione della gente dell'aria
    1. La gente dell'aria comprende:
    a) il personale di volo;
    b) il personale addetto ai servizi a terra;
    c) il personale tecnico-direttivo delle costruzioni aeronautiche.
    c-bis) il personale addetto al controllo del traffico aereo;
    2. Il personale di cui alle lettere a) e c-bis) del primo comma ed il personale di cui alla lettera b), limitatamente al servizio pubblico di informazione al volo, deve essere provvisto di licenze, attestati e abilitazioni.
    3. Devono essere altresì provvisti di licenze, attestati e abilitazioni i soggetti che, pur non rientrando nelle categorie della gente dell'aria, svolgono attività di pilota o di paracadutista.
    4. Il regolamento per disciplinare i casi e le modalità per il rilascio, il rinnovo, la reintegrazione, la sospensione o la revoca delle licenze, degli attestati e delle abilitazioni, è emanato con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dei trasporti, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio di Stato, uniformandosi ai criteri stabiliti nell'allegato 1 "Licenze del personale" alla convenzione relativa all'aviazione civile internazionale stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944, approvata e resa esecutiva con decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, ratificato con la legge 17 aprile 1956, n. 561.
  3. Art. 731 Il personale aeronautico

    Vigente dal: 10/04/2002 Vigente al: 20/10/2005
    Testo precedente
    Distinzione della gente dell'aria
    1. La gente dell'aria comprende:
    a) il personale di volo;
    b) il personale addetto ai servizi a terra;
    c) il personale tecnico-direttivo delle costruzioni aeronautiche.
    c-bis) il personale addetto al controllo del traffico aereo;
    2. Il personale di cui alle lettere a) e c-bis) del primo comma ed il personale di cui alla lettera b), limitatamente al servizio pubblico di informazione al volo, deve essere provvisto di licenze, attestati e abilitazioni.
    3. Devono essere altresì provvisti di licenze, attestati e abilitazioni i soggetti che, pur non rientrando nelle categorie della gente dell'aria, svolgono attività di pilota o di paracadutista.
    4. Il regolamento per disciplinare i casi e le modalità per il rilascio, il rinnovo, la reintegrazione, la sospensione o la revoca delle licenze, degli attestati e delle abilitazioni, è emanato con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dei trasporti, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio di Stato, uniformandosi ai criteri stabiliti nell'allegato 1 "Licenze del personale" alla convenzione relativa all'aviazione civile internazionale stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944, approvata e resa esecutiva con decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, ratificato con la legge 17 aprile 1956, n. 561.
    Testo modificato
    Distinzione della gente dell'aria
    1. La gente dell'aria comprende:
    a) il personale di volo;
    b) il personale addetto ai servizi a terra;
    c) il personale tecnico-direttivo delle costruzioni aeronautiche.
    c-bis) il personale addetto al controllo del traffico aereo;
    2. Il personale di cui alle lettere a) e c-bis) del primo comma ed il personale di cui alla lettera b), limitatamente al servizio pubblico di informazione al volo, deve essere provvisto di licenze, attestati e abilitazioni.
    3. Devono essere altresì provvisti di licenze, attestati e abilitazioni i soggetti che, pur non rientrando nelle categorie della gente dell'aria, svolgono attività di pilota o di paracadutista.
    4. Il regolamento per disciplinare i casi e le modalità per il rilascio, il rinnovo, la reintegrazione, la sospensione o la revoca delle licenze, degli attestati e delle abilitazioni, è emanato con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dei trasporti, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio di Stato, uniformandosi ai criteri stabiliti nell'allegato 1 "Licenze del personale" alla convenzione relativa all'aviazione civile internazionale stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944, approvata e resa esecutiva con decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, ratificato con la legge 17 aprile 1956, n. 561.
    5. Per il conseguimento delle licenze di cui ai commi primo, secondo, terzo e quarto non è richiesto il possesso di un titolo di studio.
  4. Art. 731 Il personale aeronautico

    Vigente dal: 21/10/2005 Vigente al:
    Testo precedente
    Distinzione della gente dell'aria
    1. La gente dell'aria comprende:
    a) il personale di volo;
    b) il personale addetto ai servizi a terra;
    c) il personale tecnico-direttivo delle costruzioni aeronautiche.
    c-bis) il personale addetto al controllo del traffico aereo;
    2. Il personale di cui alle lettere a) e c-bis) del primo comma ed il personale di cui alla lettera b), limitatamente al servizio pubblico di informazione al volo, deve essere provvisto di licenze, attestati e abilitazioni.
    3. Devono essere altresì provvisti di licenze, attestati e abilitazioni i soggetti che, pur
    non rientrando nelle categorie della gente dell'aria, svolgono attività di pilota o di paracadutista.
    4. Il regolamento per disciplinare i casi e le modalità per il rilascio, il rinnovo, la reintegrazione, la sospensione o la revoca delle licenze, degli attestati e delle abilitazioni, è emanato con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Ministro dei trasporti, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio di Stato, uniformandosi ai criteri stabiliti nell'allegato 1 "Licenze del personale" alla convenzione relativa all'aviazione civile internazionale stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944, approvata e resa esecutiva con decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, ratificato con la legge 17 aprile 1956, n. 561.
    5. Per il conseguimento delle licenze di cui ai commi primo, secondo, terzo e quarto non è richiesto il possesso di un titolo di studio.
    Testo modificato
    Il personale aeronautico
    1. Le disposizioni del presente titolo si applicano al personale aeronautico di cui all'annesso n. 1 alla Convenzione relativa all'aviazione civile internazionale stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944, resa esecutiva con decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, ratificato con legge 17 aprile 1956, n. 561, per il quale è previsto il possesso di licenze, attestati o altre forme di certificazione.
    2. Il personale aeronautico di cui al primo comma
    comprende:
    a) il personale di volo;
    b) il personale non di volo.