Storico delle modifiche apportate all'articolo 800 Codice della Navigazione aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 800 (Aeromobili diretti all'estero).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 800 Aeromobili diretti all'estero

    Vigente dal: 22/05/1998 Vigente al: 26/02/1999
    Testo precedente
    Aeromobili diretti all'estero
    1. Gli aeramobili diretti all'estero possono partire soltanto dagli aeroporti doganali, salvo speciale autorizzazione del ministro per l'aeronautica, intesi i ministri interessati.
    2. Si considera diretto all'estero l'aeromobile che esce e dal territorio doganale del Regno.
    Testo modificato
    Aeromobili diretti all'estero
    1. Gli aeramobili diretti all'estero possono partire soltanto dagli aeroporti doganali, salvo speciale autorizzazione del ministro per l'aeronautica, intesi i ministri interessati.
    2. Si considera diretto all'estero l'aeromobile che esce e dal territorio doganale del Regno.
    3. Gli aeromobili che effettuano voli verso Stati membri dell'Unione europea senza scalo intermedio possono decollare da aeroporti non doganali o da aviosuperfici, purchè gli occupanti siano in possesso di documenti validi per l'espatrio; di tale circostanza è fatta menzione sul piano di volo.
  2. Art. 800 Aeromobili diretti all'estero

    Vigente dal: 27/02/1999 Vigente al: 20/10/2005
    Testo precedente
    Aeromobili diretti all'estero
    1. Gli aeramobili diretti all'estero possono partire soltanto dagli aeroporti doganali, salvo speciale autorizzazione del ministro per l'aeronautica, intesi i ministri interessati.
    2. Si considera diretto all'estero l'aeromobile che esce e dal territorio doganale del Regno.
    3. Gli aeromobili che effettuano voli verso Stati membri dell'Unione europea senza scalo intermedio possono decollare da aeroporti non doganali o da aviosuperfici, purchè gli occupanti siano in possesso di documenti validi per l'espatrio; di tale circostanza è fatta menzione sul piano di volo.
    Testo modificato
    Aeromobili diretti all'estero
    1. Gli aeramobili diretti all'estero possono partire soltanto dagli aeroporti doganali, salvo speciale autorizzazione del ministro per l'aeronautica, intesi i ministri interessati.
    2. Si considera diretto all'estero l'aeromobile che esce e dal territorio doganale del Regno.
    3. Gli aeromobili che effettuano voli verso Stati membri dell'Unione europea senza scalo intermedio possono decollare da aeroporti non doganali o da aviosuperfici . Se l'aeromobile è diretto in uno Stato membro che non abbia aderito o non abbia dato attuazione all'Accordo di Schengen, ratificato ai sensi della legge 30 settembre 1993, n. 388, gli occupanti debbono essere in possesso di documenti validi per l'espatrio; di tale circostanza è fatta menzione sul piano di volo.
  3. Art. 800 Aeromobili diretti all'estero

    Vigente dal: 21/10/2005 Vigente al: 28/05/2006
    Testo precedente
    Aeromobili diretti all'estero
    1. Gli aeramobili diretti all'estero possono partire soltanto dagli aeroporti doganali, salvo speciale autorizzazione del ministro per l'aeronautica, intesi i ministri interessati.
    2. Si considera diretto all'estero l'aeromobile che esce e dal territorio doganale del Regno.
    3. Gli aeromobili che effettuano voli verso Stati membri dell'Unione europea senza scalo intermedio possono decollare da aeroporti non doganali o da aviosuperfici . Se l'aeromobile è diretto in uno Stato membro che non abbia aderito o non abbia dato attuazione all'Accordo di Schengen, ratificato ai sensi della legge 30 settembre 1993, n. 388, gli occupanti debbono essere in possesso di documenti validi per l'espatrio; di tale circostanza è fatta menzione sul piano di volo.
    Testo modificato
    Aeromobili diretti all'estero
    1. Gli aeromobili diretti all'estero possono partire soltanto dagli aeroporti doganali, salvo speciale autorizzazione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.
    2. Si considera diretto all'estero l'aeromobile destinato a uscire dal territorio doganale dell'Unione europea.
    3. Gli aeromobili diretti verso Stati membri dell'Unione europea senza scalo intermedio possono decollare da aerodromi non doganali, purchè gli occupanti siano in possesso di documenti validi di riconoscimento.
  4. Art. 800 Aeromobili diretti all'estero

    Vigente dal: 29/05/2006 Vigente al:
    Testo precedente
    Aeromobili diretti all'estero
    1. Gli aeromobili diretti all'estero possono partire soltanto dagli aeroporti doganali, salvo speciale autorizzazione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.
    2. Si considera diretto all'estero l'aeromobile destinato a uscire dal territorio doganale dell'Unione europea.
    3. Gli aeromobili diretti verso Stati membri dell'Unione europea senza scalo intermedio possono decollare da aerodromi non doganali, purchè gli occupanti siano in possesso di documenti validi di riconoscimento.
    Testo modificato
    Aeromobili diretti all'estero
    1. Gli aeromobili diretti all'estero possono partire soltanto dagli aeroporti doganali, salvo speciale autorizzazione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti.
    2. Si considera diretto all'estero l'aeromobile destinato a uscire dal territorio doganale dell'Unione europea.
    3. abrogato (d.lgs. 15 marzo 2006, n. 151)