Storico delle modifiche apportate all'articolo 916 Codice della Navigazione aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 916 (Facoltà di risoluzione del contratto da parte dell'esercente).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 916 Facoltà di risoluzione del contratto da parte dell'esercente

    Vigente dal: 07/02/1991 Vigente al:
    Testo precedente
    Facoltà di risoluzione del contratto da parte dell'esercente
    1. L'esercente ha facoltà, in qualunque tempo e luogo, di risolvere il contratto, salvi i diritti spettanti al lavoratore.
    2. Tuttavia, in caso di cattura, di malattia o di ferita del lavoratore, l'esercente non può avvalersi di tale facoltà prima del decorso del periodo fissato dalle norme corporative o in mancanza dagli usi.
    Testo modificato
    Facoltà di risoluzione del contratto da parte dell'esercente
    1. L'esercente ha facoltà, in qualunque tempo e luogo, di risolvere il contratto, salvi i diritti spettanti al lavoratore.
    2. Tuttavia, in caso di cattura, di malattia o di ferita del lavoratore, l'esercente non può avvalersi di tale facoltà prima del decorso del periodo fissato dalle norme corporative o in mancanza dagli usi.
    La Corte Costituzionale con sentenza 17-31 gennaio 1991, n. 41 (in G.U. 1a s.s. 6/2/1991, n. 6) ha dichiarato "l'illegittimità costituzionale dell'art. 916 del codice della navigazione".