Storico delle modifiche apportate all'articolo 967 Codice della Navigazione aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 967 (Danni da spostamento d'aria o altra causa analoga).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 967 Danni da spostamento d'aria o altra causa analoga

    Vigente dal: 19/08/1954 Vigente al: 28/05/2006
    Testo precedente
    Limite del risarcimento complessivo
    1. Il risarcimento complessivo, dovuto dall'esercente ai sensi dell'articolo 965, è limitato per ogni accidente ad una somma di lire trecento per chilogramma del peso dell'aeramobile con il carico totale massimo, secondo le indicazioni del certificato di navigabilità o di collaudo.
    2. Quando la somma fissata in base al peso dell'aeromobile è inferiore a settecentocinquantamila lire ovvero superiore a due milioni e cinquecentomila lire l'esercente risponde fino a concorrenza di tali somme. Se il danno proviene da un aeromobile da turismo o da un aliante, il limite minimo è ridotto a trecentomila lire.
    Testo modificato
    Limite del risarcimento complessivo
    1. Il risarcimento complessivo, dovuto dall'esercente ai sensi dell'art. 965, è limitato per ogni accidente ad una somma di lire diecimila per chilogramma del peso dell'aeromobile con il carico totale massimo, secondo le indicazioni del certificato di navigabilità o di collaudo.
    2. Quando la somma fissata in base al peso dell'aeromobile è inferiore a venticinque milioni di lire ovvero superiore a ottantatre milioni di lire, l'esercente risponde fino a concorrenza di tali somme. Se il danno proviene da un aeromobile da turismo o da un aliante, il limite minimo è ridotto a dieci milioni di lire.
  2. Art. 967 Danni da spostamento d'aria o altra causa analoga

    Vigente dal: 29/05/2006 Vigente al:
    Testo precedente
    Limite del risarcimento complessivo
    1. Il risarcimento complessivo, dovuto dall'esercente ai sensi dell'art. 965, è limitato per ogni accidente ad una somma di lire diecimila per chilogramma del peso dell'aeromobile con il carico totale massimo, secondo le indicazioni del certificato di navigabilità o di collaudo.
    2. Quando la somma fissata in base al peso dell'aeromobile è inferiore a venticinque milioni di lire ovvero superiore a ottantatre milioni di lire, l'esercente risponde fino a concorrenza di tali somme. Se il danno proviene da un aeromobile da turismo o da un aliante, il limite minimo è ridotto a dieci milioni di lire.
    Testo modificato
    Danni da spostamento d'aria o altra causa analoga
    Le stesse norme di cui all'articolo 966 si applicano quando i danni sono causati da spostamento d'aria o altra causa analoga, anche se fra gli aeromobili in volo o fra l'aeromobile in volo e la nave in movimento non vi è stata collisione materiale.