Storico delle modifiche apportate all'articolo 145 Codice Civile aggiornato al 2019

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 145 c.c. ( Intervento del giudice.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 145 c.c. Intervento del giudice.

    Vigente dal: 20/09/1975 Vigente al:
    Testo precedente
    Doveri del marito
    1. Il marito ha il dovere di proteggere la moglie, di tenerla presso di sè e di somministrarle tutto ciò che è necessario ai bisogni della vita in proporzione delle sue sostanze.
    2. La moglie deve contribuire al mantenimento del marito, se questi non ha mezzi sufficienti.
    Testo modificato
    Intervento del giudice.
    1. In caso di disaccordo ciascuno dei coniugi può chiedere, senza formalità, l'intervento del giudice il quale, sentite le opinioni espresse dai coniugi e, per quanto opportuno, dai figli conviventi che abbiano compiuto il sedicesimo anno, tenta di raggiungere una soluzione concordata.
    2. Ove questa non sia possibile e il disaccordo concerna la fissazione della residenza o altri affari essenziali, il giudice, qualora ne sia richiesto espressamente e congiuntamente dai coniugi, adotta, con provvedimento non impugnabile, la soluzione che ritiene più adeguata alle esigenze dell'unità e della vita della famiglia.

Giurisprudenza

Cassazione Penale SS.UU. Sentenza 31 gen 2013, n. 23866

La violazione dei doveri di assistenza materiale di coniuge e di genitore, previsti dalle norme del cod. civ. integra, ricorrendo tutti gli altri elementi costitutivi della fattispecie, il reato previsto e punitodall'art. 570, comma primo, cod. pen.