Storico delle modifiche apportate all'articolo 193 Codice Civile aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 193 c.c. ( Separazione giudiziale dei beni.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 193 c.c. Separazione giudiziale dei beni.

    Vigente dal: 20/09/1975 Vigente al:
    Testo precedente
    Beni di proprietà della moglie
    Se la dote consiste in beni di cui la moglie ha conservato la proprietà, il marito o i suoi eredi sono tenuti a restituirli senza dilazione, sciolto che sia il matrimonio.
    Testo modificato
    Separazione giudiziale dei beni
    1. La separazione giudiziale dei beni può essere pronunziata in caso di interdizione o di inabilitazione di uno dei coniugi o di cattiva amministrazione della comunione.
    2. Può altresì essere pronunziata quando il disordine degli affari di uno dei coniugi o la condotta da questi tenuta nell'amministrazione dei beni mette in pericolo gli interessi dell'altro o della comunione o della famiglia, oppure quando uno dei coniugi non contribuisce ai bisogni di questa in misura proporzionale alle proprie sostanze e capacità di lavoro.
    3. La separazione può essere chiesta da uno dei coniugi o dal suo legale rappresentante.
    4. La sentenza che pronunzia la separazione retroagisce al giorno in
    cui è stata proposta la domanda ed ha lo effetto di instaurare il regime di separazione dei beni regolato nella sezione V del presente capo, salvi i diritti dei terzi.
    5. La sentenza è annotata
    a margine dell'atto di matrimonio e sull'originale delle convenzioni matrimoniali.