Storico delle modifiche apportate all'articolo 2380-bis Codice Civile aggiornato al 2019

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 2380-bis c.c. ( Amministrazione della società.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 2380-bis c.c. Amministrazione della società.

    Vigente dal: 16/03/2019 Vigente al:
    Testo precedente
    Amministrazione della società.
    1. La gestione dell'impresa spetta esclusivamente agli amministratori, i quali compiono le operazioni necessarie per l'attuazione dell'oggetto sociale.
    2. L'amministrazione della società può essere affidata anche a non soci.
    3. Quando l'amministrazione è affidata a più persone, queste costituiscono il consiglio di amministrazione.
    4. Se lo statuto non stabilisce il numero degli amministratori, ma ne indica solamente un numero massimo e minimo, la determinazione spetta all'assemblea.
    5. Il consiglio di amministrazione sceglie tra i suoi componenti il presidente, se questi non è nominato dall'assemblea.
    Testo modificato
    Amministrazione della società.
    1. La gestione dell'impresa si svolge nel rispetto della disposizione di cui all'articolo 2086, secondo comma, e spetta esclusivamente agli amministratori, i quali compiono le operazioni necessarie per l'attuazione dell'oggetto sociale.
    2. L'amministrazione della società può essere affidata anche a non soci.
    3. Quando l'amministrazione è affidata a più persone, queste costituiscono il consiglio di amministrazione.
    4. Se lo statuto non stabilisce il numero degli amministratori, ma ne indica solamente un numero massimo e minimo, la determinazione spetta all'assemblea.
    5. Il consiglio di amministrazione sceglie tra i suoi componenti il presidente, se questi non è nominato dall'assemblea.

Giurisprudenza

Cassazione Civile SS.UU. Sentenza 20 gen 2017, n. 1545

L'amministratore unico o il consigliere di amministrazione di una s.p.a. sono legati alla stessa da un rapporto di tipo societario che, in considerazione dell'immedesimazione organica tra persona fisica ed ente e dell'assenza del requisito della coordinazione, non è compreso in quelli previsti dal n. 3dell'art. 409 c.p.c.; ne deriva che i compensi loro spettanti per le funzioni svolte in ambito societario sono pignorabili senza i limiti previsti dall'art. 545, comma 4, c.p.c.