Storico delle modifiche apportate all'articolo 2409-terdecies Codice Civile aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 2409-terdecies c.c. ( Competenza del consiglio di sorveglianza.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 2409-terdecies c.c. Competenza del consiglio di sorveglianza.

    Vigente dal: 29/02/2004 Vigente al: 13/01/2005
    Testo precedente
    Competenza del consiglio di sorveglianza
    1. Il consiglio di sorveglianza:
    a) nomina e revoca i componenti del consiglio di gestione; ne determina il compenso, salvo che la relativa competenza sia attribuita dallo statuto all'assemblea;
    b) approva il bilancio di esercizio e, ove redatto, il bilancio consolidato;
    c) esercita le funzioni di cui all'articolo 2403, primo comma;
    d) promuove l'esercizio dell'azione di responsabilità nei confronti dei componenti del consiglio di gestione;
    e) presenta la denunzia al tribunale di cui all'articolo 2409;
    f) riferisce per iscritto almeno una volta all'anno all'assemblea sull'attività di vigilanza svolta, sulle omissioni e sui fatti censurabili rilevati.
    2. Lo statuto può prevedere che in caso di mancata approvazione del bilancio o qualora lo richieda almeno un terzo dei componenti del consiglio di gestione o del consiglio di sorveglianza la competenza per l'approvazione del bilancio di esercizio sia attribuita all'assemblea.
    3. I componenti del consiglio di sorveglianza devono adempiere i loro doveri con la diligenza richiesta dalla natura dell'incarico. Sono responsabili solidalmente con i componenti del consiglio di gestione per i fatti o le omissioni di questi quando il danno non si sarebbe prodotto se avessero vigilato in conformità degli obblighi della loro carica.
    4. I componenti del consiglio di sorveglianza possono assistere alle adunanze del consiglio di gestione e devono partecipare alle assemblee.
    Testo modificato
    Competenza del consiglio di sorveglianza
    1. Il consiglio di sorveglianza:
    a) nomina e revoca i componenti del consiglio di gestione; ne determina il compenso, salvo che la relativa competenza sia attribuita dallo statuto all'assemblea;
    b) approva il bilancio di esercizio e, ove redatto, il bilancio consolidato;
    c) esercita le funzioni di cui all'articolo 2403, primo comma;
    d) promuove l'esercizio dell'azione di responsabilità nei confronti dei componenti del consiglio di gestione;
    e) presenta la denunzia al tribunale di cui all'articolo 2409;
    f) riferisce per iscritto almeno una volta all'anno all'assemblea sull'attività di vigilanza svolta, sulle omissioni e sui fatti censurabili rilevati.
    f-bis) se previsto dallo statuto, delibera in ordine ai piani strategici, industriali e finanziari della società predisposti dal consiglio di gestione, ferma in ogni caso la responsabilità di questo per gli atti compiuti.
    2. Lo statuto può prevedere che in caso di mancata approvazione del bilancio o qualora lo richieda almeno un terzo dei componenti del consiglio di gestione o del consiglio di sorveglianza la competenza per l'approvazione del bilancio di esercizio sia attribuita all'assemblea.
    3. I componenti del consiglio di sorveglianza devono adempiere i loro doveri con la diligenza richiesta dalla natura dell'incarico. Sono responsabili solidalmente con i componenti del consiglio di gestione per i fatti o le omissioni di questi quando il danno non si sarebbe prodotto se avessero vigilato in conformità degli obblighi della loro carica.
    4. I componenti del consiglio di sorveglianza possono assistere alle adunanze del consiglio di gestione e devono partecipare alle assemblee.
  2. Art. 2409-terdecies c.c. Competenza del consiglio di sorveglianza.

    Vigente dal: 14/01/2005 Vigente al:
    Testo precedente
    Competenza del consiglio di sorveglianza
    1. Il consiglio di sorveglianza:
    a) nomina e revoca i componenti del consiglio di gestione; ne determina il compenso, salvo che la relativa competenza sia attribuita dallo statuto all'assemblea;
    b) approva il bilancio di esercizio e, ove redatto, il bilancio consolidato;
    c) esercita le funzioni di cui all'articolo 2403, primo comma;
    d) promuove l'esercizio dell'azione di responsabilità nei confronti dei componenti del consiglio di gestione;
    e) presenta la denunzia al tribunale di cui all'articolo 2409;
    f) riferisce per iscritto almeno una volta all'anno all'assemblea sull'attività di vigilanza svolta, sulle omissioni e sui fatti censurabili rilevati.
    f-bis) se previsto dallo statuto, delibera in ordine ai piani strategici, industriali e finanziari della società predisposti dal consiglio di gestione, ferma in ogni caso la responsabilità di questo per gli atti compiuti.
    2. Lo statuto può prevedere che in caso di mancata approvazione del bilancio o qualora lo richieda almeno un terzo dei componenti del consiglio di gestione o del consiglio di sorveglianza la competenza per l'approvazione del bilancio di esercizio sia attribuita all'assemblea.
    3. I componenti del consiglio di sorveglianza devono adempiere i loro doveri con la diligenza richiesta dalla natura dell'incarico. Sono responsabili solidalmente con i componenti del consiglio di gestione per i fatti o le omissioni di questi quando il danno non si sarebbe prodotto se avessero vigilato in conformità degli obblighi della loro carica.
    4. I componenti del consiglio di sorveglianza possono assistere alle adunanze del consiglio di gestione e devono partecipare alle assemblee.
    Testo modificato
    Competenza del consiglio di sorveglianza
    1. Il consiglio di sorveglianza:
    a) nomina e revoca i componenti del consiglio di gestione; ne determina il compenso, salvo che la relativa competenza sia attribuita dallo statuto all'assemblea;
    b) approva il bilancio di esercizio e, ove redatto, il bilancio consolidato;
    c) esercita le funzioni di cui all'articolo 2403, primo comma;
    d) promuove l'esercizio dell'azione di responsabilità nei confronti dei componenti del consiglio di gestione;
    e) presenta la denunzia al tribunale di cui all'articolo 2409;
    f) riferisce per iscritto almeno una volta all'anno all'assemblea sull'attività di vigilanza svolta, sulle omissioni e sui fatti censurabili rilevati.
    f-bis) se previsto dallo statuto, delibera in ordine alle operazioni strategiche e ai piani, industriali e finanziari della società predisposti dal consiglio di gestione, ferma in ogni caso la responsabilità di questo per gli atti compiuti.
    2. Lo statuto può prevedere che in caso di mancata approvazione del bilancio o qualora lo richieda almeno un terzo dei componenti del consiglio di gestione o del consiglio di sorveglianza la competenza per l'approvazione del bilancio di esercizio sia attribuita all'assemblea.
    3. I componenti del consiglio di sorveglianza devono adempiere i loro doveri con la diligenza richiesta dalla natura dell'incarico. Sono responsabili solidalmente con i componenti del consiglio di gestione per i fatti o le omissioni di questi quando il danno non si sarebbe prodotto se avessero vigilato in conformità degli obblighi della loro carica.
    4. I componenti del consiglio di sorveglianza possono assistere alle adunanze del consiglio di gestione e devono partecipare alle assemblee.