Storico delle modifiche apportate all'articolo 2423-bis Codice Civile aggiornato al 2019

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 2423-bis c.c. ( Princìpi di redazione del bilancio.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 2423-bis c.c. Princìpi di redazione del bilancio.

    Vigente dal: 01/01/2004 Vigente al: 31/12/2015
    Testo precedente
    Principi di redazione del bilancio
    1. Nella redazione del bilancio devono essere osservati i seguenti principi:
    1) la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell'attività;
    2) si possono indicare esclusivamente gli utili realizzati alla data di chiusura dell'esercizio;
    3) si deve tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dell'esercizio, indipendentemente dalla data dell'incasso o del pagamento;
    4) si deve tener conto dei rischi e delle perdite di competenza dell'esercizio, anche se conosciuti dopo la chiusura di questo;
    5) gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci devono essere valutati separatamente;
    6) i criteri di valutazione non possono essere modificati da un esercizio all'altro.
    2. Deroghe al principio enunciato nel numero 6) del comma precedente sono consentite in casi eccezionali. La nota integrativa deve motivare la deroga e indicarne l'influenza sulla rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico.
    Testo modificato
    Principi di redazione del bilancio
    1. Nella redazione del bilancio devono essere osservati i seguenti principi:
    1) la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell'attività, nonché tenendo conto della funzione economica dell'elemento dell'attivo o del passivo considerato;
    2) si possono indicare esclusivamente gli utili realizzati alla data di chiusura dell'esercizio;
    3) si deve tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dell'esercizio, indipendentemente dalla data dell'incasso o del pagamento;
    4) si deve tener conto dei rischi e delle perdite di competenza dell'esercizio, anche se conosciuti dopo la chiusura di questo;
    5) gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci devono essere valutati separatamente;
    6) i criteri di valutazione non possono essere modificati da un esercizio all'altro.
    2. Deroghe al principio enunciato nel numero 6) del comma precedente sono consentite in casi eccezionali. La nota integrativa deve motivare la deroga e indicarne l'influenza sulla rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico.
  2. Art. 2423-bis c.c. Princìpi di redazione del bilancio.

    Vigente dal: 01/01/2016 Vigente al:
    Testo precedente
    Principi di redazione del bilancio
    1. Nella redazione del bilancio devono essere osservati i seguenti principi:
    1) la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell'attività, nonché tenendo conto della funzione economica dell'elemento dell'attivo o del passivo considerato;
    2) si possono indicare esclusivamente gli utili realizzati alla data di chiusura dell'esercizio;
    3) si deve tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dell'esercizio, indipendentemente dalla data dell'incasso o del pagamento;
    4) si deve tener conto dei rischi e delle perdite di competenza dell'esercizio, anche se conosciuti dopo la chiusura di questo;
    5) gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci devono essere valutati separatamente;
    6) i criteri di valutazione non possono essere modificati da un esercizio all'altro.
    2. Deroghe al principio enunciato nel numero 6) del comma precedente sono consentite in casi eccezionali. La nota integrativa deve motivare la deroga e indicarne l'influenza sulla rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico.
    Testo modificato
    Principi di redazione del bilancio
    1. Nella redazione del bilancio devono essere osservati i seguenti principi:
    1) la valutazione delle voci deve essere fatta secondo prudenza e nella prospettiva della continuazione dell'attività; 1-bis) la rilevazione e la presentazione delle voci è effettuata tenendo conto della sostanza dell'operazione o del contratto;
    2) si possono indicare esclusivamente gli utili realizzati alla data di chiusura dell'esercizio;
    3) si deve tener conto dei proventi e degli oneri di competenza dell'esercizio, indipendentemente dalla data dell'incasso o del pagamento;
    4) si deve tener conto dei rischi e delle perdite di competenza dell'esercizio, anche se conosciuti dopo la chiusura di questo;
    5) gli elementi eterogenei ricompresi nelle singole voci devono essere valutati separatamente;
    6) i criteri di valutazione non possono essere modificati da un esercizio all'altro.
    2. Deroghe al principio enunciato nel numero 6) del comma precedente sono consentite in casi eccezionali. La nota integrativa deve motivare la deroga e indicarne l'influenza sulla rappresentazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato economico.
    Il D.Lgs. 18 agosto 2015, n. 139, ha disposto (con l'art. 12, comma 1) che le presenti modifiche si applicano ai bilanci relativi agli esercizi finanziari aventi inizio a partire dal 1 gennaio 2016.