Storico delle modifiche apportate all'articolo 2425 Codice Civile aggiornato al 2019

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 2425 c.c. ( Contenuto del conto economico.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 2425 c.c. Contenuto del conto economico.

    Vigente dal: 02/05/1991 Vigente al: 03/07/1991
    Testo precedente
    Criteri di valutazione
    1. Nella valutazione degli elementi dell'attivo devono essere osservati i seguenti criteri:
    1) gli immobili, gli impianti, il macchinario e i mobili non possono essere iscritti per un valore superiore al prezzo di costo, e la valutazione
    deve essere in ogni esercizio ridotta in proporzione del loro deperimento e del consumo per la quota corrispondente all'esercizio stesso, mediante l'iscrizione al passivo di un fondo di ammortamento;
    2) le materie prime e le merci non possono essere iscritte per un valore superiore al minor prezzo tra quello di acquisto o di costo e quello desunto dall'andamento del mercato alla chiusura dell'esercizio;
    3) i diritti di brevetto industriale, i diritti di utilizzazione delle opere dell'ingegno, i diritti di concessione e i marchi di fabbrica non possono essere iscritti per un valore superiore al prezzo di acquisto o di costo, e questo prezzo deve essere in ogni esercizio ridotto in proporzione della loro durata o della perdita o della diminuzione della loro utilizzazione;
    4) il valore delle azioni e dei titoli a reddito fisso deve essere determinato dagli amministratori, secondo il loro prudente apprezzamento, tenendo presente, per i titoli quotati in borsa, l'andamento delle quotazioni. I criteri seguiti in tale determinazione devono essere comunicati al collegio sindacale, che deve tenerne conto nella relazione all'assemblea;
    5) le partecipazioni non azionarie devono essere valutate per un importo non superiore a quello risultante dall'ultimo bilancio delle imprese alle quali si riferiscono;
    6) i crediti devono essere valutati secondo il presumibile valore di realizzazione;
    7) l'eventuale differenza in più tra le somme dovute alla scadenza delle obbligazioni emesse e quelle ricavate al momento dell'emissione può essere iscritta in una apposita posta dell'attivo. In tal caso deve essere in ogni esercizio ammortizzata una parte della differenza,
    in conformità dei piani di ammortamento.
    2. Le svalutazioni degli elementi dell'attivo possono risultare da partite iscritte nel passivo, separatamente per le singole poste dell'attivo.
    3. Se speciali ragioni richiedono una deroga alle norme di questo articolo, gli amministratori e il collegio sindacale devono indicare e giustificare le singole deroghe nelle loro relazioni all'assemblea.
    Testo modificato
    Contenuto del conto economico
    1. Il conto economico deve essere redatto in conformità al seguente schema:
    A) Valore della produzione:
    1) ricavi delle vendite e delle prestazioni;
    2) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti;
    3) variazioni
    dei lavori in corso su ordinazione;
    4) incrementi
    di immobilizzazioni per lavori interni;
    5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio.
    Totale.
    B) Costi della produzione:
    6) per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci;
    7) per servizi;
    8) per godimento di beni di terzi;
    9) per il personale:
    a) salari e stipendi;
    b) oneri sociali;
    c) trattamento di fine rapporto;
    d) trattamento di quiescenza e simili;
    e) altri costi;
    10) ammortamenti e svalutazioni:
    a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali;
    b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali;
    c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni;
    d) svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide;
    11) variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci;
    12) accantonamenti per rischi;
    13) altri accantonamenti;
    14) oneri diversi di gestione.
    Totale.
    2. Differenza tra valore e costi della produzione (AXXB).
    C) Proventi e oneri finanziari:
    15) proventi
    da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi ad imprese controllate e collegate;
    16) altri proventi finanziari:
    a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni;
    c) da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
    d) proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    17) interessi e altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti.
    3. Totale (15-16-17).
    D) Rettifiche di valore di attività finanziarie:
    18) rivalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni:
    19) svalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni.
    4. Totale delle rettifiche (18-19).
    E) Proventi e oneri straordinari:
    20) proventi, con separata indicazione delle plusvalenze da alienazioni i cui ricavi non sono iscrivibili al n. 5);
    21) oneri, con separata indicazione delle minusvalenze da alienazioni, i cui effetti contabili non sono iscrivibili al n. 14), e delle imposte relative a esercizi precedenti.
    5. Totale delle partite straordinarie (20-21).
    6. Risultato prima delle imposte (AXXB+XXC+XXD+XXE);
    22) imposte sul reddito dell'esercizio;
    23) risultato dell'esercizio;
    24) rettifiche di valore operate esclusivamente in applicazione di
    norme tributarie;
    25) accantonamenti operati esclusivamente in applicazione
    di norme tributarie;
    26) utile (perdita) dell'esercizio.
  2. Art. 2425 c.c. Contenuto del conto economico.

    Vigente dal: 04/07/1991 Vigente al: 31/12/2003
    Testo precedente
    Contenuto del conto economico
    1. Il conto economico deve essere redatto in conformità al seguente schema:
    A) Valore della produzione:
    1) ricavi delle vendite e delle prestazioni;
    2) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti;
    3) variazioni dei lavori in corso su ordinazione;
    4) incrementi di immobilizzazioni per lavori interni;
    5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio.
    Totale.
    B) Costi della produzione:
    6) per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci;
    7) per servizi;
    8) per godimento di beni di terzi;
    9) per il personale:
    a) salari e stipendi;
    b) oneri sociali;
    c) trattamento di fine rapporto;
    d) trattamento di quiescenza e simili;
    e) altri costi;
    10) ammortamenti e svalutazioni:
    a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali;
    b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali;
    c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni;
    d) svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide;
    11) variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci;
    12) accantonamenti per rischi;
    13) altri accantonamenti;
    14) oneri diversi di gestione.
    Totale.
    2. Differenza tra valore e costi della produzione (AXXB).
    C) Proventi e oneri finanziari:
    15) proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi ad imprese controllate e collegate;
    16) altri proventi finanziari:
    a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni;
    c) da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
    d) proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    17) interessi e altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti.
    3. Totale (15-16-17).
    D) Rettifiche di valore di attività finanziarie:
    18) rivalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni:
    19) svalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni.
    4. Totale delle rettifiche (18-19).
    E) Proventi e oneri straordinari:
    20) proventi, con separata indicazione delle plusvalenze da alienazioni i cui ricavi non sono iscrivibili al n. 5);
    21) oneri, con separata indicazione delle minusvalenze da alienazioni, i cui effetti contabili non sono iscrivibili al n. 14), e delle imposte relative a esercizi precedenti.
    5. Totale delle partite straordinarie (20-21).
    6. Risultato prima delle imposte (AXXB+XXC+XXD+XXE);
    22) imposte sul reddito dell'esercizio;
    23) risultato dell'esercizio;
    24) rettifiche di valore operate esclusivamente in applicazione di norme tributarie;
    25) accantonamenti operati esclusivamente in applicazione di norme tributarie;
    26) utile (perdita) dell'esercizio.
    Testo modificato
    Contenuto del conto economico
    1. Il conto economico deve essere redatto in conformità al seguente schema:
    A) Valore della produzione:
    1) ricavi delle vendite e delle prestazioni;
    2) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti;
    3) variazioni dei lavori in corso su ordinazione;
    4) incrementi di immobilizzazioni per lavori interni;
    5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio.
    Totale.
    B) Costi della produzione:
    6) per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci;
    7) per servizi;
    8) per godimento di beni di terzi;
    9) per il personale:
    a) salari e stipendi;
    b) oneri sociali;
    c) trattamento di fine rapporto;
    d) trattamento di quiescenza e simili;
    e) altri costi;
    10) ammortamenti e svalutazioni:
    a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali;
    b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali;
    c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni;
    d) svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide;
    11) variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci;
    12) accantonamenti per rischi;
    13) altri accantonamenti;
    14) oneri diversi di gestione.
    Totale.
    2. Differenza tra valore e costi della produzione (AXXB).
    C) Proventi e oneri finanziari:
    15) proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi ad imprese controllate e collegate;
    16) altri proventi finanziari:
    a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni;
    c) da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
    d) proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    17) interessi e altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti.
    3. Totale (15+16-17) .
    D) Rettifiche di valore di attività finanziarie:
    18) rivalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni:
    19) svalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni.
    4. Totale delle rettifiche (18-19).
    E) Proventi e oneri straordinari:
    20) proventi, con separata indicazione delle plusvalenze da alienazioni i cui ricavi non sono iscrivibili al n. 5);
    21) oneri, con separata indicazione delle minusvalenze da alienazioni, i cui effetti contabili non sono iscrivibili al n. 14), e delle imposte relative a esercizi precedenti.
    5. Totale delle partite straordinarie (20-21).
    6. Risultato prima delle imposte (AXXB+XXC+XXD+XXE);
    22) imposte sul reddito dell'esercizio;
    23) risultato dell'esercizio;
    24) rettifiche di valore operate esclusivamente in applicazione di norme tributarie;
    25) accantonamenti operati esclusivamente in applicazione di norme tributarie;
    26) utile (perdita) dell'esercizio.
  3. Art. 2425 c.c. Contenuto del conto economico.

    Vigente dal: 01/01/2004 Vigente al: 31/12/2015
    Testo precedente
    Contenuto del conto economico
    1. Il conto economico deve essere redatto in conformità al seguente schema:
    A) Valore della produzione:
    1) ricavi delle vendite e delle prestazioni;
    2) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti;
    3) variazioni dei lavori in corso su ordinazione;
    4) incrementi di immobilizzazioni per lavori interni;
    5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio.
    Totale.
    B) Costi della produzione:
    6) per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci;
    7) per servizi;
    8) per godimento di beni di terzi;
    9) per il personale:
    a) salari e stipendi;
    b) oneri sociali;
    c) trattamento di fine rapporto;
    d) trattamento di quiescenza e simili;
    e) altri costi;
    10) ammortamenti e svalutazioni:
    a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali;
    b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali;
    c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni;
    d) svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide;
    11) variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci;
    12) accantonamenti per rischi;
    13) altri accantonamenti;
    14) oneri diversi di gestione.
    Totale.
    2. Differenza tra valore e costi della produzione (AXXB).
    C) Proventi e oneri finanziari:
    15) proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi ad imprese controllate e collegate;
    16) altri proventi finanziari:
    a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni;
    c) da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
    d) proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    17) interessi e altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti.
    3. Totale (15+16-17) .
    D) Rettifiche di valore di attività finanziarie:
    18) rivalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni:
    19) svalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni.
    4. Totale delle rettifiche (18-19).
    E) Proventi e oneri straordinari:
    20) proventi, con separata indicazione delle plusvalenze da alienazioni i cui ricavi non sono iscrivibili al n. 5);
    21) oneri, con separata indicazione delle minusvalenze da alienazioni, i cui effetti contabili non sono iscrivibili al n. 14), e delle imposte relative a esercizi precedenti.
    5. Totale delle partite straordinarie (20-21).
    6. Risultato prima delle imposte (AXXB+XXC+XXD+XXE);
    22) imposte sul reddito dell'esercizio;
    23) risultato dell'esercizio;
    24) rettifiche di valore operate esclusivamente in applicazione di norme tributarie;
    25) accantonamenti operati esclusivamente in applicazione di norme tributarie;
    26)
    utile (perdita) dell'esercizio.
    Testo modificato
    Contenuto del conto economico
    1. Il conto economico deve essere redatto in conformità al seguente schema:
    A) Valore della produzione:
    1) ricavi delle vendite e delle prestazioni;
    2) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti;
    3) variazioni dei lavori in corso su ordinazione;
    4) incrementi di immobilizzazioni per lavori interni;
    5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio.
    Totale.
    B) Costi della produzione:
    6) per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci;
    7) per servizi;
    8) per godimento di beni di terzi;
    9) per il personale:
    a) salari e stipendi;
    b) oneri sociali;
    c) trattamento di fine rapporto;
    d) trattamento di quiescenza e simili;
    e) altri costi;
    10) ammortamenti e svalutazioni:
    a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali;
    b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali;
    c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni;
    d) svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide;
    11) variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci;
    12) accantonamenti per rischi;
    13) altri accantonamenti;
    14) oneri diversi di gestione.
    Totale.
    2. Differenza tra valore e costi della produzione (A - B).
    C) Proventi e oneri finanziari:
    15) proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi ad imprese controllate e collegate;
    16) altri proventi finanziari:
    a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni;
    c) da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
    d) proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    17) interessi e altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti;
    17-bis) utili e perdite su cambi.
    3. Totale (15 + 16 - 17+ - 17 bis).
    D) Rettifiche di valore di attività finanziarie:
    18) rivalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
    19) svalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni.
    4. Totale delle rettifiche (18 - 19).
    E) Proventi e oneri straordinari:
    20) proventi, con separata indicazione delle plusvalenze da alienazioni i cui ricavi non sono iscrivibili al n. 5);
    21) oneri, con separata indicazione delle minusvalenze da alienazioni, i cui effetti contabili non sono iscrivibili al n. 14), e delle imposte relative a esercizi precedenti.
    5. Totale delle partite straordinarie (20-21).
    6. Risultato prima delle imposte (A - B + - C + - D + - E);
    22) imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate;
    23) utile (perdite) dell'esercizio.
  4. Art. 2425 c.c. Contenuto del conto economico.

    Vigente dal: 01/01/2016 Vigente al:
    Testo precedente
    Contenuto del conto economico
    1. Il conto economico deve essere redatto in conformità al seguente schema:
    A) Valore della produzione:
    1) ricavi delle vendite e delle prestazioni;
    2) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti;
    3) variazioni dei lavori in corso su ordinazione;
    4) incrementi di immobilizzazioni per lavori interni;
    5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio.
    Totale.
    B) Costi della produzione:
    6) per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci;
    7) per servizi;
    8) per godimento di beni di terzi;
    9) per il personale:
    a) salari e stipendi;
    b) oneri sociali;
    c) trattamento di fine rapporto;
    d) trattamento di quiescenza e simili;
    e) altri costi;
    10) ammortamenti e svalutazioni:
    a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali;
    b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali;
    c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni;
    d) svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide;
    11) variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci;
    12) accantonamenti per rischi;
    13) altri accantonamenti;
    14) oneri diversi di gestione.
    Totale.
    2. Differenza tra valore e costi della produzione (A - B).
    C) Proventi e oneri finanziari:
    15) proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi ad imprese controllate e collegate;
    16) altri proventi finanziari:
    a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni;
    c) da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
    d) proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti;
    17) interessi e altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti;
    17-bis) utili e perdite su cambi.
    3. Totale (15 + 16 - 17+ - 17 bis).
    D) Rettifiche di valore di attività finanziarie:
    18) rivalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
    19) svalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni.
    4. Totale delle rettifiche (18 - 19).
    E) Proventi e oneri straordinari:
    20) proventi, con separata indicazione delle plusvalenze da alienazioni i cui ricavi non sono iscrivibili al n. 5);
    21) oneri, con separata indicazione delle minusvalenze da alienazioni, i cui effetti contabili non sono iscrivibili al n. 14), e delle imposte relative a esercizi precedenti.
    5. Totale delle partite straordinarie (20-21).
    6.
    Risultato prima delle imposte (A - B + - C + - D + - E);
    22)
    imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate;
    23) utile (perdite) dell'esercizio.
    Testo modificato
    Contenuto del conto economico
    1. Il conto economico deve essere redatto in conformità al seguente schema:
    A) Valore della produzione:
    1) ricavi delle vendite e delle prestazioni;
    2) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti;
    3) variazioni dei lavori in corso su ordinazione;
    4) incrementi di immobilizzazioni per lavori interni;
    5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio.
    Totale.
    B) Costi della produzione:
    6) per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci;
    7) per servizi;
    8) per godimento di beni di terzi;
    9) per il personale:
    a) salari e stipendi;
    b) oneri sociali;
    c) trattamento di fine rapporto;
    d) trattamento di quiescenza e simili;
    e) altri costi;
    10) ammortamenti e svalutazioni:
    a) ammortamento delle immobilizzazioni immateriali;
    b) ammortamento delle immobilizzazioni materiali;
    c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni;
    d) svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide;
    11) variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci;
    12) accantonamenti per rischi;
    13) altri accantonamenti;
    14) oneri diversi di gestione.
    Totale.
    2. Differenza tra valore e costi della produzione (A - B).
    C) Proventi e oneri finanziari:
    15) proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli relativi ad imprese controllate e collegate e di quelli relativi a controllanti e a imprese sottoposte al controllo di queste ultime;
    16) altri proventi finanziari:
    a) da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti e da imprese sottoposte al controllo di queste ultime;
    b) da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni;
    c) da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
    d) proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti e da imprese sottoposte al controllo di queste ultime;
    17) interessi e altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese controllate e collegate e verso controllanti;
    17-bis) utili e perdite su cambi.
    3. Totale (15 + 16 - 17+ - 17 bis).
    D) Rettifiche di valore di attività e passività finanziarie: 18) rivalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni;
    d) di strumenti finanziari derivati;
    19) svalutazioni:
    a) di partecipazioni;
    b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni;
    c) di titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni.
    d) di strumenti finanziari derivati;
    4. Totale delle rettifiche (18 - 19).
    5. Risultato prima delle imposte (A-B+-C+-D);
    20)
    imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate;
    21) utile (perdite) dell'esercizio.
    Il D.Lgs. 18 agosto 2015, n. 139, ha disposto (con l'art. 12, comma 1) che le presenti modifiche si applicano ai bilanci relativi agli esercizi finanziari aventi inizio a partire dal 1 gennaio 2016.

Giurisprudenza

Cassazione Civile Sez. I Sentenza 19 apr 2016, n. 7742

Ai fini dell'esonero dall'area della fallibilità di cui all'art. 1, 20 coma, lett. b), 1.f., per l'individuazione dei "ricavi lordi" occorre far riferimento alle voci n. 1 e 5 dello schema obbligatorio del conto economico previsto dall'art. 2425, lett. A, c.c., non rientrando in tale nozione, invece, le voci n. 2, 3 e 4 dello schema medesimo.

Cassazione Civile Sez. V Sentenza 30 set 2015, n. 19418

Ai fini dell'IRAP la base imponibile è determinata dalla differenza fra la somma delle voci classificabili nel valore della produzione di cui al primo comma, lettera A) dell'articolo 2425 del codice civile e la somma di quelle classificabili nei costi della produzione di cui alla lettera B) del medesimo comma, ad esclusione delle perdite su crediti e delle spese per il personale dipendente.

Estratti