Storico delle modifiche apportate all'articolo 2629 Codice Civile aggiornato al 2020

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 2629 c.c. ( Operazioni in pregiudizio dei creditori.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 2629 c.c. Operazioni in pregiudizio dei creditori.

    Vigente dal: 05/03/1986 Vigente al: 15/04/2002
    Testo precedente
    Valutazione esagerata dei conferimenti in natura
    1. I promotori ed i soci fondatori, che nell'atto costitutivo esagerano fraudolentemente il valore dei conferimenti in natura, sono puniti con la reclusione da uno a cinque anni e con la multa da lire duemila a ventimila.
    2. La stessa pena si applica anche
    nel caso di aumento di capitale agli amministratori e ai soci conferenti, che esagerano fraudolentemente la valutazione dei conferimenti in natura e, nel caso di trasformazione di società, agli amministratori, che esagerano fraudolentemente la valutazione del patrimonio della società che si trasforma.
    Testo modificato
    Valutazione esagerata dei conferimenti e degli acquisti della societa
    Sono puniti con la reclusione da uno a cinque anni e con la multa da lire quattrocentomila a quattro milioni:
    1) i promotori ed i soci fondatori che nell'atto costitutivo esagerano fraudolentemente il valore dei beni in natura o dei crediti conferiti;
    2) gli amministratori, i promotori, i fondatori e i soci che nel caso di acquisto di beni o di crediti da parte della società previsto nell'art. 2343-bis esagerano fraudolentemente il valore dei beni o dei crediti trasferiti;
    3) gli amministratori e i soci conferenti che
    nel caso di aumento di capitale esagerano fraudolentemente il valore dei beni in natura o dei crediti conferiti;
    4) gli amministratori che
    nel caso di trasformazione della società esagerano fraudolentemente il valore del patrimonio della società che si trasforma.
  2. Art. 2629 c.c. Operazioni in pregiudizio dei creditori.

    Vigente dal: 16/04/2002 Vigente al:
    Testo precedente
    Valutazione esagerata dei conferimenti e degli acquisti della societa
    Sono puniti con la reclusione da uno a cinque anni e con la multa da lire quattrocentomila a quattro milioni:
    1) i promotori ed i soci fondatori che nell'atto costitutivo esagerano fraudolentemente il valore dei beni in natura o dei crediti conferiti;
    2) gli amministratori, i promotori, i fondatori e i soci che nel caso di acquisto di beni o di crediti da parte della società previsto nell'art. 2343-bis esagerano fraudolentemente il valore dei beni o dei crediti trasferiti;
    3) gli amministratori e i soci conferenti che nel caso di aumento di capitale esagerano fraudolentemente il valore dei beni in natura o dei crediti conferiti;
    4) gli amministratori che nel caso di trasformazione della società esagerano fraudolentemente il valore
    del patrimonio della società che si trasforma.
    Testo modificato
    Operazioni in pregiudizio dei creditori
    1. Gli amministratori che, in violazione delle disposizioni di legge a tutela dei creditori, effettuano riduzioni del capitale sociale o fusioni con altra società o scissioni, cagionando danno ai creditori, sono puniti, a querela della persona offesa, con la reclusione da sei mesi a tre anni.
    2. Il risarcimento
    del danno ai creditori prima del giudizio estingue il reato.