Storico delle modifiche apportate all'articolo 2633 Codice Civile aggiornato al 2019

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 2633 c.c. ( Indebita ripartizione dei beni sociali da parte dei liquidatori.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 2633 c.c. Indebita ripartizione dei beni sociali da parte dei liquidatori.

    Vigente dal: 01/07/1998 Vigente al: 15/04/2002
    Testo precedente
    Irregolarità dei titoli azionari o obbligazionari.
    Gli amministratori delle società per azioni e in accomandita per azioni, che emettono azioni o certificati provvisori senza l'osservanza dell'art. 2354, oppure emettono obbligazioni in violazione dell'art. 2413, sono puniti con l'ammenda da lire cinquecento a cinquemila.
    Testo modificato
    Irregolarità dei titoli azionari o obbligazionari.
    1. Gli amministratori delle società per azioni e in accomandita per azioni, che emettono azioni o certificati provvisori senza l'osservanza dell'art. 2354, oppure emettono obbligazioni in violazione dell'art. 2413, sono puniti con l'ammenda da lire cinquecento a cinquemila.
    2. Gli amministratori che emettono obbligazioni convertibili senza le indicazioni prescritte nell'ultimo comma dell'articolo 2420-bis sono puniti con l'ammenda da lire 2 milioni a lire 10 milioni.
  2. Art. 2633 c.c. Indebita ripartizione dei beni sociali da parte dei liquidatori.

    Vigente dal: 16/04/2002 Vigente al:
    Testo precedente
    Irregolarità dei titoli azionari o obbligazionari.
    1. Gli amministratori delle società per azioni e in accomandita per azioni, che emettono azioni o certificati provvisori senza l'osservanza dell'art. 2354, oppure emettono obbligazioni in violazione dell'art. 2413, sono puniti con l'ammenda da lire cinquecento a cinquemila.
    2. Gli amministratori che emettono obbligazioni convertibili senza le indicazioni prescritte nell'ultimo comma dell'articolo 2420-bis sono puniti con l'ammenda da lire 2 milioni a lire 10 milioni.
    Testo modificato
    Indebita ripartizione dei beni sociali da parte dei liquidatori.
    1. I liquidatori che, ripartendo i beni sociali tra i soci prima del pagamento dei creditori sociali o dell'accantonamento delle somme necessario a soddisfarli, cagionano danno ai creditori, sono puniti, a querela della persona offesa, con la reclusione da sei mesi a tre anni.
    2. Il risarcimento del danno ai creditori prima del giudizio estingue il reato.