Storico delle modifiche apportate all'articolo 413 Codice Civile aggiornato al 2020

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 413 c.c. ( Revoca dell'amministrazione di sostegno.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 413 c.c. Revoca dell'amministrazione di sostegno.

    Vigente dal: 01/06/1983 Vigente al: 18/03/2004
    Testo precedente
    Estinzione dell'affiliazione per matrimonio
    Il matrimonio tra persone legate da vincolo di affiliazione estingue di diritto l'affiliazione.
    Testo modificato
    Estinzione dell'affiliazione per matrimonio
    [abrogato]
  2. Art. 413 c.c. Revoca dell'amministrazione di sostegno.

    Vigente dal: 19/03/2004 Vigente al:
    Testo precedente
    Estinzione dell'affiliazione per matrimonio
    [abrogato]
    Testo modificato
    Revoca dell'amministrazione di sostegno
    1. Quando il beneficiario, l'amministratore di sostegno, il pubblico ministero o taluno dei soggetti di cui all'articolo 406, ritengono che si siano determinati i presupposti per la cessazione dell'amministrazione di sostegno, o per la sostituzione dell'amministratore, rivolgono istanza motivata al giudice tutelare.
    2. L'istanza è comunicata al beneficiario ed all'amministratore di sostegno.
    3. Il giudice tutelare provvede con decreto motivato, acquisite le necessarie informazioni e disposti gli opportuni mezzi istruttori.
    4. Il giudice tutelare provvede altresì, anche d'ufficio, alla dichiarazione di cessazione dell'amministrazione di sostegno quando questa si sia rivelata inidonea a realizzare la piena tutela del beneficiario. In tale ipotesi, se ritiene che si debba promuovere giudizio di interdizione o di inabilitazione, ne informa il pubblico ministero, affinchè vi provveda. In questo caso l'amministrazione di sostegno cessa con la nomina del tutore o del curatore provvisorio ai sensi dell'articolo 419, ovvero con la dichiarazione di interdizione o di inabilitazione.

Giurisprudenza

Cassazione Civile SS.UU. Sentenza 18 gen 2017, n. 1093

In tema di procedimento per la nomina di amministratore di sostegno, la mancata partecipazione del P.M. ad entrambi i gradi di merito comporta la cassazione del decreto della corte di appello e la remissione del giudizio dinanzi al giudice di primo grado, atteso che in tale procedimento l'intervento del P.M., il quale è titolare anche del relativo potere di azione ai sensi del combinato disposto degli artt. 406, comma 1, e 417 c.c., rientra nell'ipotesi di cui all'art. 70, comma 1, n. 1 c.p.c., che è norma attinente alla disciplina del contraddittorio e, pertanto, dà luogo ad un litisconsorzio necessario.