Storico delle modifiche apportate all'articolo 545 Codice Civile aggiornato al 2020

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 545 c.c. ( Concorso di ascendenti legittimi e figli naturali.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 545 c.c. Concorso di ascendenti legittimi e figli naturali.

    Vigente dal: 10/05/1973 Vigente al:
    Testo precedente
    Concorso di ascendenti legittimi e figli naturali
    1. Quando vi sono ascendenti legittimi e figli naturali, la quota complessivamente riservata è della metà del patrimonio del defunto, se questi lascia un solo figlio naturale; di due terzi, se i figli sono più.
    2. La quota è ripartita in modo che agli ascendenti o al solo ascendente superstite sia attribuita una porzione eguale a quella di ciascuno dei figli naturali, ma non inferiore a un sesto del patrimonio del defunto.
    Testo modificato
    Concorso di ascendenti legittimi e figli naturali
    1. Quando vi sono ascendenti legittimi e figli naturali, la quota complessivamente riservata è della metà del patrimonio del defunto, se questi lascia un solo figlio naturale; di due terzi, se i figli sono più.
    2. La quota è ripartita in modo che agli ascendenti o al solo ascendente superstite sia attribuita una porzione eguale a quella di ciascuno dei figli naturali, ma non inferiore a un sesto del patrimonio del defunto.
    La Corte Costituzionale, con sentenza 16 - 30 aprile 1973, n. 50 (in G.U. 1a s.s. 9/5/1973, n. 119), ha dichiarato l'illegittimità costituzionale, "in applicazione dell'art. 27 della legge 11 marzo 1953, n. 87, degli artt. 545 e 546 del codice civile e, conseguentemente, degli artt. 538, 539 e 540 dello stesso codice nelle parti in cui fanno richiamo ai predetti artt. 545 e 546".
  2. Art. 545 c.c. Concorso di ascendenti legittimi e figli naturali.

    Vigente dal: 20/09/1975 Vigente al:
    Testo precedente
    Concorso di ascendenti legittimi e figli naturali
    1. Quando vi sono ascendenti legittimi e figli naturali, la quota complessivamente riservata è della metà del patrimonio del defunto, se questi lascia un solo figlio naturale; di due terzi, se i figli sono più.
    2. La quota è ripartita in modo che agli ascendenti o al solo ascendente superstite sia attribuita una porzione eguale a quella di ciascuno dei figli naturali, ma non inferiore a un sesto del patrimonio del defunto.
    Testo modificato
    Concorso di ascendenti legittimi e figli naturali
    [abrogato]