Storico delle modifiche apportate all'articolo 971 Codice Civile aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 971 c.c. ( Affrancazione.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 971 c.c. Affrancazione.

    Vigente dal: 30/01/1971 Vigente al:
    Testo precedente
    Affrancazione
    1. L'enfiteuta può affrancare il fondo dopo venti anni dalla costituzione dell'enfiteusi.
    2. Nell'atto costitutivo può essere stabilito un termine superiore ai venti anni, ma non eccedente i quarant'anni.
    3. Anche quando nell'atto costitutivo non è indicato alcun termine, se in esso è prestabilito un piano di miglioramento, l'enfiteuta non può procedere all'affrancazione prima che i miglioramenti siano stati compiuti.
    4. Se più sono gli enfiteuti, l'affrancazione può promuoversi anche da uno solo di essi, ma per la totalità. In questo caso l'affrancante subentra nei diritti del concedente verso gli altri enfiteuti, salva, a favore di questi, una riduzione proporzionale del canone.
    5. Se più sono i concedenti, l'affrancazione può effettuarsi per la quota che spetta a ciascun concedente.
    6. L'affrancazione si opera mediante il pagamento di una somma risultante dalla capitalizzazione del canone annuo sulla base dell'interesse legale. Le modalità sono stabilite da leggi speciali.
    Testo modificato
    Affrancazione
    1. abrogato (l. 18 dicembre 1970, n. 1138)
    2. abrogato (l. 18 dicembre 1970, n. 1138)
    3. abrogato (l. 18 dicembre 1970, n. 1138)
    4. Se più sono gli enfiteuti, l'affrancazione può promuoversi anche da uno solo di essi, ma per la totalità. In questo caso l'affrancante subentra nei diritti del concedente verso gli altri enfiteuti, salva, a favore di questi, una riduzione proporzionale del canone.
    5. Se più sono i concedenti, l'affrancazione può effettuarsi per la quota che spetta a ciascun concedente.
    6. L'affrancazione si opera mediante il pagamento di una somma risultante dalla capitalizzazione del canone annuo sulla base dell'interesse legale. Le modalità sono stabilite da leggi speciali.