Art. 384 c.p. Casi di non punibilità.

Ultimo aggiornamento: 25 marzo 2016

Giurisprudenza

Cassazione Civile SS.UU. Sentenza 01 feb 2008, n. 2442

In tema di giudizio di opposizione alla stima dinanzi al giudice ordinario, qualora il decreto di stima sia stato annullato dal giudice amministrativo, essendo consentita al privato, dopo la sentenza della Corte costituzionale n. 67 del 1990, l'azione giudiziaria di determinazione della giusta indennità fondatasull'art. 42 Cost., l'azione si configura non come opposizione alla determinazione dell'indennità ma come domanda di accertamento della giusta indennità, con la conseguenza che il giudice adito ha l'obbligo di provvedere nel merito, sempre che sussista il presupposto di tale azione costituito dal decreto di esproprio (In applicazione del suddetto principio, la S.C. - constatato che nella specie non risultava emanato il decreto di esproprio - ha rigettato, correggendo la motivazione, il ricorso avverso la sentenza di merito che aveva respinto l'opposizione alla stima ritenendo irrilevante l'intervenuto annullamento del decreto di stima da parte del giudice amministrativo e corretto il calcolo dell'indennità ivi contenuto).

Cassazione Penale SS.UU. Sentenza 29 nov 2007, n. 7208

Non integra il reato di falsa testimonianza la dichiarazione non veritiera resa da persona che non possa essere sentita come testimone o abbia facoltà di astenersi dal testimoniare, ma non ne sia stata avvertita, a nulla rilevando le finalità e i motivi che l'abbiano indotta a dichiarare il falso.