Art. 115 c.p.c. Disponibilità delle prove.

Ultimo aggiornamento: 08 febbraio 2016

Giurisprudenza

Cassazione Civile Sez. VI Ordinanza 01 mar 2017, n. 5259

La registrazione su nastro magnetico di una conversazione telefonica può costituire fonte di prova, a norma dell'art. 2712 cod. civ., se colui contro il quale la registrazione è prodotta non contesti che la conversazione sia realmente avvenuta e che abbia avuto il tenore risultante dal nastro, sempre che non si tratti di conversazione svoltasi tra soggetti estranei alla lite.