Art. 406 c.p.c. Procedimento.

Ultimo aggiornamento: 28 aprile 2016

Giurisprudenza

Cassazione Civile SS.UU. Sentenza 07 mag 2014, n. 9830

In caso di impugnazione delle sentenze del Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche, le Sezioni Unite operano come giudice di legittimità al vertice dello specifico sistema giurisdizionale, con conseguente applicazione di tutte le norme che regolano il suddetto giudizio, sicché, ricorrendo le condizioni di cui all'art. 384, secondo comma, cod. proc. civ., i poteri della Corte sono gli stessi del giudice "a quo" e può, salvo che la legge disponga diversamente, decidere nel merito, dovendosi ritenere una diversa soluzione - di annullamento con rinvio, nella prospettiva, anche solo eventuale, di un ulteriore successivo ricorso per cassazione - incompatibile con il principio della ragionevole durata del processo allorché la decisione non necessiti di ulteriori accertamenti ma discenda "de plano" dal principio affermato dalla Corte.