Storico delle modifiche apportate all'articolo 588 Codice di Procedura Civile aggiornato al 2018

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 588 c.p.c. ( Termine per l'istanza di assegnazione.) da ultimo modificato con D.L. 3 maggio 2016, n. 59 (GU n.102 del 3-5-2016) convertito con modificazioni dalla L. 30 giugno 2016, n. 119 (in G.U. 02/07/2016, n. 153)., aggiornato al 2018.
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.

  1. Art. 588 c.p.c. Termine per l'istanza di assegnazione.

    Testo precedente
    Ogni creditore, nel termine di dieci giorni prima della data dell'incanto, può presentare istanza di assegnazione [c.p.c. 505, 591; disp. att. c.p.c. 173] a norma dell'articolo 589 per il caso in cui la vendita all'incanto non abbia luogo per mancanza di offerte.
    Testo modificato
    Ogni creditore, nel termine di dieci giorni prima della data dell'udienza fissata per la vendita, può presentare istanza di assegnazione [c.p.c. 505, 591; disp. att. c.p.c. 173] a norma dell'articolo 589 per il caso in cui la vendita non abbia luogo.
  2. Art. 588 c.p.c. Termine per l'istanza di assegnazione.

    Testo precedente
    Ogni creditore, nel termine di dieci giorni prima della data dell'udienza fissata per la vendita, può presentare istanza di assegnazione [c.p.c. 505, 591; disp. att. c.p.c. 173] a norma dell'articolo 589 per il caso in cui la vendita non abbia luogo.
    Testo modificato
    Ogni creditore, nel termine di dieci giorni prima della data dell'udienza fissata per la vendita, può presentare istanza di assegnazione [c.p.c. 505, 591; disp. att. c.p.c. 173], per sé o a favore di un terzo, a norma dell'articolo 589 per il caso in cui la vendita non abbia luogo.
Torna al testo vigente