Art. 745 c.p.c. Rifiuto o ritardo nel rilascio.

Ultimo aggiornamento: 31 maggio 2017

Giurisprudenza

Cassazione Civile SS.UU. Sentenza 27 gen 2010, n. 1629

In materia di rilascio di copie di sentenze del giudice tributario, l'art. 38 del d.lgs. n. 546 del 1992 disciplina soltanto la richiesta di una delle parti del giudizio, mentre qualora, come nella specie, essa provenga da un terzo estraneo alla lite, trova applicazionel'art. 744 cod. proc. civ.; ne discende che, in mancanza di una disposizione specifica che preveda la possibilità di ricorrere ai presidenti delle commissioni tributarie, come accade invece per i giudici ordinari, in caso di rifiuto o ritardo nel rilascio di copie di atti detenuti dai segretari-pubblici depositari, l'istante può fare ricorso, ai sensidell'art. 745 cod. proc. civ., al presidente del tribunale nella cui circoscrizione il depositario esercita le sue funzioni. Tale procedimento, avente natura di volontaria giurisdizione, non pregiudica la tutela in sede contenziosa, nel rapporto con la P.A. depositaria dei documenti richiesti.