Art. 210 c.p.p. Esame di persona imputata in un procedimento connesso.

Ultimo aggiornamento: 25 marzo 2016

Giurisprudenza

Corte Costituzionale Sentenza 26 gen 2017, n. 21

Illegittimità costituzionale, per contrasto con l'art. 3 Cost., del comma 6 (e di conseguenza comma 3) dell'art. 197-bis codice di procedura penale, nella parte in cui prevede l’assistenza di un difensore per le dichiarazioni rese dalle persone imputate o giudicate in un procedimento connesso o per reato collegato nei cui confronti sia stata pronunciata sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste divenuta irrevocabile.

Cassazione Civile SS.UU. Sentenza 04 set 2015, n. 17585

In tema di procedimento disciplinare a carico di magistrati, i richiami al codice di procedura penale contenuti nell'art. 16, comma 2 (per l'attività di indagine), ed art. 18, comma 4 (per il dibattimento), del d.lgs. n. 109 del 2006 devono interpretarsi restrittivamente e solo nei limiti della compatibilità, dovendo applicarsi, per il resto, le regole del codice di procedura civile, sicché resta esclusa l'applicabilità delle norme del codice di procedura penale sull'assunzione e valutazione delle dichiarazioni rese da persone imputate in procedimenti connessi o di reati collegati, trattandosi di disposizioni riferibili esclusivamente ai rapporti tra procedimenti penali, le cui specifiche finalità giustificano limitazioni all'acquisizione della prova in deroga al principio fondamentale di ricerca della verità materiale.