Storico delle modifiche apportate all'articolo 369-bis Codice di Procedura Penale aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 369-bis c.p.p. ( Informazione della persona sottoposta alle indagini sul diritto di difesa.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 369-bis c.p.p. Informazione della persona sottoposta alle indagini sul diritto di difesa.

    Vigente dal: 16/08/2014 Vigente al:
    Testo precedente
    Informazione della persona sottoposta alle indagini sul diritto di difesa
    1. Al compimento del primo atto a cui il difensore ha diritto di assistere e, comunque, prima dell'invito a presentarsi per rendere l'interrogatorio ai sensi del combinato disposto degli articoli 375, comma 3, e 416, il pubblico ministero, a pena di nullità degli atti successivi, notifica alla persona sottoposta alle indagini la comunicazione della nomina del difensore d'ufficio.
    2. La comunicazione di cui al comma 1 deve contenere:
    a) l'informazione della obbligatorietà della difesa tecnica nel processo penale, con l'indicazione della facoltà e dei diritti attribuiti dalla legge alla persona sottoposta alle indagini;
    b) il nominativo del difensore d'ufficio e il suo indirizzo e recapito telefonico;
    c) l'indicazione della facoltà di nominare un difensore di fiducia con l'avvertimento che, in mancanza, l'indagato sarà assistito da quello nominato d'ufficio;
    d) l'indicazione dell'obbligo di retribuire il difensore d'ufficio ove non sussistano le condizioni per accedere al beneficio di cui alla lettera e) e l'avvertimento che, in caso di insolvenza, si procederà ad esecuzione forzata;
    e) l'indicazione delle condizioni per l'ammissione al patrocinio a spese dello Stato.
    Testo modificato
    Informazione della persona sottoposta alle indagini sul diritto di difesa
    1. Al compimento del primo atto a cui il difensore ha diritto di assistere e, comunque, prima dell'invito a presentarsi per rendere l'interrogatorio ai sensi del combinato disposto degli articoli 375, comma 3, e 416, ovvero, al più tardi, contestualmente all'avviso della conclusione delle indagini preliminari ai sensi dell'articolo 415-bis, il pubblico ministero, a pena di nullità degli atti successivi, notifica alla persona sottoposta alle indagini la comunicazione della nomina del difensore d'ufficio.
    2. La comunicazione di cui al comma 1 deve contenere:
    a) l'informazione della obbligatorietà della difesa tecnica nel processo penale, con l'indicazione della facoltà e dei diritti attribuiti dalla legge alla persona sottoposta alle indagini;
    b) il nominativo del difensore d'ufficio e il suo indirizzo e recapito telefonico;
    c) l'indicazione della facoltà di nominare un difensore di fiducia con l'avvertimento che, in mancanza, l'indagato sarà assistito da quello nominato d'ufficio;
    d) l'indicazione dell'obbligo di retribuire il difensore d'ufficio ove non sussistano le condizioni per accedere al beneficio di cui alla lettera e) e l'avvertimento che, in caso di insolvenza, si procederà ad esecuzione forzata;
    d-bis) l'informazione del diritto all'interprete ed alla traduzione di atti fondamentali;
    e) l'indicazione delle condizioni per l'ammissione al patrocinio a spese dello Stato.