Storico delle modifiche apportate all'articolo 420-quinquies Codice di Procedura Penale aggiornato al 2021

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 420-quinquies c.p.p. ( Nuove ricerche dell'imputato e revoca della sospensione del processo.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 420-quinquies c.p.p. Nuove ricerche dell'imputato e revoca della sospensione del processo.

    Vigente dal: 17/05/2014 Vigente al:
    Testo precedente
    Assenza e allontanamento volontario dell'imputato
    1. Le disposizioni 4 e gli articoli 420-bis e 420-ter non si applicano quando l'imputato, anche se impedito chiede o consente che l'udienza preliminare avvenga in sua assenza o, se detenuto, rifiuta di assistervi. L'imputato in tali casi è rappresentato dal difensore.
    2. L'imputato che, dopo essere comparso, si allontana dall'aula di udienza è considerato presente ed è rappresentato dal difensore.
    Testo modificato
    Nuove ricerche dell'imputato e revoca della sospensione del processo
    1. Alla scadenza di un anno dalla pronuncia dell'ordinanza di cui al comma 2 dell'articolo 420-quater, o anche prima quando ne ravvisi l'esigenza, il giudice dispone nuove ricerche dell'imputato per la notifica dell'avviso. Analogamente provvede a ogni successiva scadenza annuale, qualora il procedimento non abbia ripreso il suo corso.
    2. Il giudice revoca l'ordinanza di sospensione del processo:
    a) se le ricerche di cui al comma 1 hanno avuto esito positivo;
    b) se l'imputato ha nel frattempo nominato un difensore di fiducia;
    c) in ogni altro caso in cui vi sia la prova certa che l'imputato è a conoscenza del procedimento avviato nei suoi confronti;
    d) se deve
    essere pronunciata sentenza a norma dell'articolo 129.
    3. Con l'ordinanza
    di revoca della sospensione del processo, il giudice fissa la data per la nuova udienza, disponendo che l'avviso sia notificato all'imputato e al suo difensore, alle altre parti private e alla persona offesa, nonché comunicato al pubblico ministero.
    4. All'udienza di cui al comma 3 l'imputato può formulare richiesta ai sensi degli articoli 438 e 444.