Art. 656 c.p.p. Esecuzione delle pene detentive.

Ultimo aggiornamento: 09 marzo 2019

Giurisprudenza

Corte Costituzionale Sentenza 02 mar 2018, n. 41

Illegittimità costituzionale dell’art. 656, comma 5, del codice di procedura penale, nella parte in cui si prevede che il pubblico ministero sospende l’esecuzione della pena detentiva, anche se costituente residuo di maggiore pena, non superiore a tre anni, anziché a quattro anni.

Corte Costituzionale Sentenza 28 apr 2017, n. 90

L'art. 656, comma 9, lettera a) c.p.p. è illegittimo nella parte in cui non consente la sospensione dell'esecuzione della pena detentiva nei confronti dei minorenni condannati per i delitti previsti dalla lettera stessa.

Corte Costituzionale Sentenza 01 giu 2016, n. 125

Giudizio di legittimità costituzionale in via incidentale sull'articolo 656 c.p.p. comma 9 lettera a) nella parte in cui stabilisce che non può essere disposta la sospensione dell'esecuzione nei confronti delle persone condannate per il delitto di furto con strappo.

Cassazione Penale SS.UU. Sentenza 17 dic 2009, n. 18775

La richiesta di misura alternativa alla detenzione, ai sensi dell'art. 656, comma sesto, cod. proc. pen., deve essere corredata, a pena di inammissibilità, anche se presentata dal difensore, dalla dichiarazione o dalla elezione di domicilio effettuata dal condannato non detenuto. (In motivazione la Corte ha chiarito che il principio non trova applicazione per il condannato latitante o irreperibile)