Storico delle modifiche apportate all'articolo 70 Codice di Procedura Civile (Disposizioni) aggiornato al 2020

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 70 disp. att. c.p.c. (Istanza di abbreviazione dei termini di comparizione.).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 70 disp. att. c.p.c. Istanza di abbreviazione dei termini di comparizione.

    Vigente dal: 01/01/1951 Vigente al:
    Testo precedente
    Istanza di abbreviazione dei termini
    1. L'istanza di abbreviazione dei termini di costituzione prevista nell'articolo 166 secondo comma del codice è inserita in calce all'atto di citazione.
    2. L'atto di citazione, contenente l'istanza di abbreviazione proposta dal convenuto e il decreto, deve essere notificato a cura dell'istante all'attore e agli altri convenuti.
    Testo modificato
    Istanza, di abbreviazione dei termini di comparizione
    1. L'istanza di abbreviazione dei termini di comparizione, prevista nell'art. 163-bis ultimo comma del Codice, è proposta con ricorso diretto al presidente del tribunale, ovvero, se la causa è stata già assegnata ad una sezione, al presidente di questa.
    2. Il decreto del presidente, scritto in calce al ricorso, fissa l'udienza di prima comparizione e deve essere comunicato, insieme col ricorso stesso, ai procuratori delle parti costituite almeno cinque giorni liberi prima dell'udienza fissata dal presidente. Alle parti non costituite il decreto e il ricorso debbono essere notificati personalmente in un congruo termine stabilito dal presidente.
    3. Se all'udienza fissata dal presidente non compariscono tutte le parti alle quali deve essere fatta la comunicazione o la notificazione, il giudice istruttore verifica la regolarità della comunicazione o della notificazione, e ne ordina, quando occorre, la rinnovazione, fissando una nuova udienza di prima comparizione. In tal caso deve essere osservato per la comunicazione lo stesso termine stabilito nel comma precedente; per la notificazione alle parti non costituite il giudice istruttore stabilisce un nuovo termine congruo.