Art. 15 L.R. 4/1999 Esecuzione

Ultimo aggiornamento: 28 aprile 2017

Note

Con Circolare n. 2 del 2006 è stato stabilito che:
La parte, in luogo del "ritiro", potrà "rinunciare" alla domanda tavolare con richiesta scritta, e la stessa dovrà essere sottoposta al giudice tavolare, che valuterà anche l'eventuale necessità che la sottoscrizione in calce al ritiro sia debitamente autenticata.
In caso di domanda presentata in via telematica, la relativa "rinuncia" dovrà essere prodotta all'ufficio in formato digitale.
Nelle ipotesi di rinuncia della domanda tavolare telematica, la stessa e i suoi allegati sono conservati in raccolta documenti automaticamente.

• la domanda tavolare è suscettibile di rinuncia.
• la rinuncia deve essere debitamente sottoscritta dal/dai soggetti legittimati.
• deve essere sottoposta all'attenzione del Giudice tavolare.
• l'atto di rinuncia accordato dal Giudice tavolare fa parte integrante della domanda tavolare e dei suoi allegati e deve essere conservato in raccolta documenti, previa scansionatura se prodotto in modalità cartacea.
• è ammesso ill rilascio di copia della domanda oggetto di rinuncia e dei suoi allegati solo unitamente all'atto di rinuncia come accordato dal Giudice tavolare.
• sarà cura della parte interessata seguire l'iter della pratica tavolare attraverso la consultazione del giornale tavolare, dove, in caso di rinuncia accordata la pratica sarà scaricata dal giornale tavolare con le modalità tuttora utilizzate nel caso del ritiro.