Storico delle modifiche apportate all'articolo 74 Legge sui Libri Fondiari aggiornato al 2019

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 74 L.T. ((Escorporazione di frazioni di un corpo tavolare)).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 74 L.T. (Escorporazione di frazioni di un corpo tavolare)

    Vigente dal: 15/12/1974 Vigente al:
    Testo precedente
    1. L'escorporazione di frazioni di un corpo tavolare e la loro incorporazione in un altro corpo tavolare oppure l'apertura di nuove partite tavolari per le medesime sono ammissibili soltanto se la frazione da escorporarsi è indicata esattamente, occorrendo con piante e mappe, di cui una copia sarà conservata nella collezione dei documenti, e se i documenti sui quali si fonda la domanda hanno i requisiti prescritti per l'intavolazione del diritto di proprietà.
    2. Le escorporazioni di un piano, alloggio o locale indipendente di un edificio dalla partita tavolare costituita dall'area fabbricata possono essere richieste ed ordinate soltanto sulla base di una proiezione orizzontale o verticale, dalla quale risulti chiaramente la descrizione del piano, dell'alloggio o del locale. Queste proiezioni devono essere attestate conformi al vero da un tecnico abilitato a siffatte attestazioni.
    Testo modificato
    1. L'escorporazione di frazioni di un corpo tavolare, per frazionamenti o modifiche mappali, può ordinarsi solo sulla base di piani di situazione o tipi di frazionamento vistati dall'ufficio del catasto competente.
    2. L'escorporazione di un piano, alloggio, locale, area o dipendenza immobiliare atti a separata utilizzazione può ordinarsi solo sulla base di una planimetria, dalla quale ne risulti chiaramente la descrizione. Questa planimetria deve essere attestata conforme al vero da un tecnico autorizzato.

Note

Il tipo di frazionamento è necessario ogni volta che si escorporano frazioni di particelle o particelle che abbiano mutato la loro classificazione. Per il Trentino-Alto Adige si rimanda alla Legge Regionale 8 maggio 1982, n. 6.

Estratti