Art. 93 L.T. (Stato tavolare)

Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2018

Note

Lo stato tavolare dev'essere valutato anche con riguardo ai piombi precedenti o contemporanei non ancora evasi (domande presentate ma non ancora decise).
Le decisioni retroagiscono al momento della presentazione della domanda.
Eventuali difformità sono portate a conoscenza del giudice tavolare mediate il lustrum del conservatore, che consiste in una nota a margine della domanda ovvero di un foglio separato che permette al giudice di valutare se tali divergenze comportino un rigetto totale o parziale della domanda.