Art. 1 R.D. 499/1929 Articolo 1

Ultimo aggiornamento: 01 maggio 2017

Note

Il sistema tavolare vige nelle province di Trento, Bolzano, Trieste, Gorizia e in alcune zone della provincia di Udine (Cervignano e Pontebba), di Belluno (Cortina d'Ampezzo, Pieve di Livinallongo, Colle S. Lucia) e di Brescia (Valvestino).

L'art. 4 dello Statuto Speciale per il Trentino-Alto Adige prevede che:
« In armonia con la Costituzione e i principi dell'ordinamento giuridico della Repubblica e con il rispetto degli obblighi internazionali e degli interessi nazionali - tra i quali è compreso quello della tutela delle minoranze linguistiche locali - nonché delle norme fondamentali delle riforme economico-sociali della Repubblica, la Regione ha la potestà di emanare norme legislative nelle seguenti materie:
(...)
5) impianto e tenuta dei libri fondiari;
(...) »

In seguito, con Legge Regionale Trentino-Alto Adige 17 Aprile 2003, n. 3 è stato stabilito che:
« 1. (...) A decorrere dal 1° agosto 2004, sono delegate alla Provincia autonoma di Trento le funzioni amministrative della Regione Trentino-Alto Adige in materia di (...) impianto e tenuta dei libri fondiari. Con decorrenza 1° settembre 2004 sono trasferite alle Province autonome di Trento e di Bolzano le deleghe delle funzioni statali in materia di catasto fondiario e urbano e ciò ai sensi dell’articolo 1 del decreto legislativo 18 maggio 2001, n. 280. »

Argomenti