Storico delle modifiche apportate all'articolo 22 Regio Decreto 499/1929 aggiornato al 2019

Pubblichiamo il testo integrale del nuovo articolo 22 R.D. 499/1929 (Articolo 22).
Tramite la barra temporale è possibile mettere a confronto le modifiche apportate nel tempo.
Fonte: Normattiva.it (testo non ufficiale a carattere non autentico e gratuito)

  1. Art. 22 R.D. 499/1929 Articolo 22

    Vigente dal: 15/12/1974 Vigente al: 20/03/1998
    Testo precedente
    1. Il legatario di una cosa o di un diritto determinato, esistente nel patrimonio del defunto al momento della sua morte, può chiedere, mediante ricorso al pretore competente secondo le norme dell'art. 13, il rilascio di un certificato sull'acquisto del legato medesimo.
    2. A tale effetto egli deve allegare al ricorso l'atto di morte del defunto ed il testamento, in originale o in copia autentica, in virtù del quale egli vanta il suo diritto.
    3. Il pretore, ove sia possibile, deve sentire gli eredi.
    4. Nel rimanente si applicano le disposizioni relative al certificato di eredità.
    Testo modificato
    1. Il legatario di una cosa o di un diritto determinato, esistente nel patrimonio del defunto al momento della sua morte, può chiedere, mediante ricorso al pretore competente secondo le norme dell'art. 13, il rilascio di un certificato sull'acquisto del legato medesimo.
    2. A tale effetto egli deve allegare al ricorso il certificato di morte del testatore e una copia autentica del testamento in virtù del quale egli vanta il suo diritto.
    3. Il pretore, ove sia possibile, deve sentire gli eredi.
    4. Nel rimanente si applicano le disposizioni relative al certificato di eredità.
  2. Art. 22 R.D. 499/1929 Articolo 22

    Vigente dal: 21/03/1998 Vigente al: 03/07/1998
    Testo precedente
    1. Il legatario di una cosa o di un diritto determinato, esistente nel patrimonio del defunto al momento della sua morte, può chiedere, mediante ricorso al pretore competente secondo le norme dell'art. 13, il rilascio di un certificato sull'acquisto del legato medesimo.
    2. A tale effetto egli deve allegare al ricorso il certificato di morte del testatore e una copia autentica del testamento in virtù del quale egli vanta il suo diritto.
    3. Il pretore, ove sia possibile, deve sentire gli eredi.
    4. Nel rimanente si applicano le disposizioni relative al certificato di eredità.
    Testo modificato
    1. Il legatario di una cosa o di un diritto determinato, esistente nel patrimonio del defunto al momento della sua morte, può chiedere, mediante ricorso al tribunale in composizione monocratica competente secondo le norme dell'art. 13, il rilascio di un certificato sull'acquisto del legato medesimo.
    2. A tale effetto egli deve allegare al ricorso il certificato di morte del testatore e una copia autentica del testamento in virtù del quale egli vanta il suo diritto.
    3. Il tribunale in composizione monocratica, ove sia possibile, deve sentire gli eredi.
    4. Nel rimanente si applicano le disposizioni relative al certificato di eredità.

    Il D.Lgs. 19 febbraio 1998, n. 51 ha disposto (con l'art. 247, comma 1) che "Il presente decreto legislativo entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e diventa efficace decorso il termine stabilito dall'articolo 1, comma 1, lettera r), della legge 16 luglio 1997, n. 254, fatta eccezione per le disposizioni previste dagli articoli 17, 33, comma 1, 38, comma 1 e 40, commi 1 e 3".

  3. Art. 22 R.D. 499/1929 Articolo 22

    Vigente dal: 04/07/1998 Vigente al:
    Testo precedente
    1. Il legatario di una cosa o di un diritto determinato, esistente nel patrimonio del defunto al momento della sua morte, può chiedere, mediante ricorso al tribunale in composizione monocratica competente secondo le norme dell'art. 13, il rilascio di un certificato sull'acquisto del legato medesimo.
    2. A tale effetto egli deve allegare al ricorso il certificato di morte del testatore e una copia autentica del testamento in virtù del quale egli vanta il suo diritto.
    3. Il tribunale in composizione monocratica, ove sia possibile, deve sentire gli eredi.
    4. Nel rimanente si applicano le disposizioni relative al certificato di eredità.
    Testo modificato
    1. Il legatario di una cosa o di un diritto determinato, esistente nel patrimonio del defunto al momento della sua morte, può chiedere, mediante ricorso al tribunale in composizione monocratica competente secondo le norme dell'art. 13, il rilascio di un certificato sull'acquisto del legato medesimo.
    2. A tale effetto egli deve allegare al ricorso il certificato di morte del testatore e una copia autentica del testamento in virtù del quale egli vanta il suo diritto.
    3. Il tribunale in composizione monocratica, ove sia possibile, deve sentire gli eredi.
    4. Nel rimanente si applicano le disposizioni relative al certificato di eredità.

    Il D.Lgs. 19 febbraio 1998, n. 51, come modificato dalla L. 16 giugno 1998, n. 188, ha disposto (con l'art. 247, comma 1) che "Il presente decreto legislativo entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana e diventa efficace a decorrere dal 2 giugno 1999, fatta eccezione per le disposizioni previste dagli articoli 17, 33, comma 1, 38, comma 1 e 40, commi 1 e 3".

Note

Il certificato di legato può essere richiesto anche per i legati ex lege.
Essendo acquisto mortis causa, anche il diritto del legatario è un acquisto extra-tavolare.