Art. 6 R.D. 499/1929 Articolo 6

Ultimo aggiornamento: 31 maggio 2017

Note

A differenza dell'art. 5 (acquisto a titolo originario extra tavolare che prevale sul terzo acquirente "a non domino" solo se in buona fede), tra due acquisti tavolari (atti inter vivos) prevale sempre quello per primo iscritto nel libro fondiario, anche se in mala fede (Cass. SS.UU. 2766/1963), la quale ha rilevanza solo sul piano risarcitorio con onere della prova a carico del rivendicante.

Giurisprudenza

Cassazione Civile Sez. II Sentenza 20 ott 1967, n. 2564

Il principio costitutivo della iscrizione, nella struttura e nel sistema della legge tavolare, deve ritenersi limitato agli atti tra vivi, intesi in senso restrittivo, cioè alle manifestazioni di volontà convenzionali od unilaterali, restando, quindi, sottratti all’applicazione del principio stesso sia i trasferimenti avvenuti per autorità di giudice, come le sentenze od altri provvedimenti di portata costitutiva, sia i trasferimenti in via di successione ereditaria, sia i modi di acquisti per usucapione, nonché gli acquisti a titolo originario.