Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 23, comma 12, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), nel testo sostituito dall’art. 36, comma 10-bis, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria), convertito, con...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 222, comma 2, quarto periodo, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), nella parte in cui non prevede che, in caso di condanna, ovvero di applicazione della pena su richiesta delle parti...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 517 del codice di procedura penale, nella parte in cui non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento l’applicazione della pena, a norma dell’art. 444 cod. proc. pen., relativamente al reato concorrente emerso nel...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale degli artt. 24, comma 1, e 25, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313, recante «Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 517 del codice di procedura penale, nella parte in cui, in seguito alla nuova contestazione di una circostanza aggravante, non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento la sospensione del procedimento con messa alla...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 656, comma 5, del codice di procedura penale, nella parte in cui si prevede che il pubblico ministero sospende l’esecuzione della pena detentiva, anche se costituente residuo di maggiore pena, non superiore a tre anni, anziché a...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 120, comma 2, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), come sostituito dall’art. 3, comma 52, lettera a), della legge 15 luglio 2009, n. 94 (Disposizioni in materia di sicurezza pubblica), nella...

Corte Costituzionale

L’avere subordinato la causa di non punibilità per la particolare tenuità del fatto alla non abitualità del comportamento illecito non viola il principio di uguaglianza, dato che anche in presenza di fatti analoghi le ineguali condizioni soggettive giustificano il diverso...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 152 disp. att. c.p.c., ultimo periodo, come modificato dall’art. 38, comma 1, lettera b), n. 2, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria), convertito, con modificazioni, nella legge 15 luglio 2011,...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 516 del codice di procedura penale, nella parte in cui non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento l’applicazione della pena a norma dell’art. 444 del codice di procedura penale, relativamente al fatto diverso...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 23, comma 39, ultimo periodo, del decreto legge 6 luglio 2011, n. 98 (convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111) che prevede la preferenza, rispetto ai creditori chirografari, dei crediti dello Stato per le...

Corte Costituzionale

L'art. 656, comma 9, lettera a) c.p.p. è illegittimo nella parte in cui non consente la sospensione dell'esecuzione della pena detentiva nei confronti dei minorenni condannati per i delitti previsti dalla lettera stessa.

Corte Costituzionale

È dichiarata manifestamente inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’articolo 545, quarto comma, del codice di procedura civile, per violazione degli artt. 1, 2, 3, 4 e 36 della Costituzione, nella parte in cui non prevede l’impignorabilità assoluta di quella...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale, per contrasto con l'art. 3 Cost., del comma 6 (e di conseguenza comma 3) dell'art. 197-bis codice di procedura penale, nella parte in cui prevede l’assistenza di un difensore per le dichiarazioni rese dalle persone imputate o giudicate...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale degli articoli 237, 262 comma 1 e 299 comma 3 nelle parti in cui non consentono ai coniugi, di comune accordo, di trasmettere ai figli, già al momento della nascita, il cognome materno.

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell'art. 460 c.p.p., comma1, lettera 3), nella parte in cui non prevede che il decreto penale di condanna contenga l'avviso della facoltà dell'imputato di chiedere, mediante l'opposizione, la sospensione del procedimento con messa alla prova.

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 649 del codice di procedura penale, nella parte in cui esclude che il fatto sia il medesimo per la sola circostanza che sussiste un concorso formale tra il reato già giudicato con sentenza divenuta irrevocabile e il...

Corte Costituzionale

Giudizio di legittimità costituzionale in via incidentale sull'articolo 656 c.p.p. comma 9 lettera a) nella parte in cui stabilisce che non può essere disposta la sospensione dell'esecuzione nei confronti delle persone condannate per il delitto di furto con strappo.

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 45, comma 6, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), nella parte in cui non prevede che tutte le apparecchiature impiegate nell’accertamento delle violazioni dei limiti di velocità siano sottoposte a verifiche...

Corte Costituzionale

Il divieto di applicazione della pena sostitutiva (lavoro di pubblica utilità) al conducente in stato di ebbrezza che abbia provocato un incidente stradale (art. 186 commi 9-bis e 2-bis) resta fermo a prescindere dall'entità dell'incidente.

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell'articolo 240 c.p.p. commi 4 e 5 nella parte in cui non prevede, per la disciplina del contradditorio, l'applicazione dell'articolo 401 c.p.p., commi 1 e 2. Illegittimità costituzionale dell'articolo 240 c.p.p. comma 6 nella parte in cui esclude...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 197-bis, commi 3 e 6, del codice di procedura penale, nella parte in cui prevedono, rispettivamente, l’assistenza di un difensore e l’applicazione della disposizione di cui all’art. 192, comma 3, del medesimo codice di rito anche per...

Corte Costituzionale

Non è fondata, in relazione agli artt. 36 e 3 della Costituzione, la questione di legittimità costituzionale dell’art. 1246, comma primo, numero 3, del codice civile e dell’art. 545, comma quarto, del codice di procedura civile, nella parte in cui,...

Corte Costituzionale

Gli artt. 31 e 33, primo comma L.T. non possono intendersi riferiti l'uno a qualunque atto pubblico e l'altro a qualunque atto amministrativo definitivo, compresi quelli configurati dalla legislazione provinciale, ma debbono intendersi riferiti soltanto agli atti pubblici ed ai...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell'art. 165 c.p., in relazione all'art. 3 Cost., nella parte in cui, attribuendo al giudice la facoltà di concedere la sospensione condizionale della pena subordinatamente all'effettiva riparazione del danno, comporterebbe una discriminazione a carico del condannato che, a...