Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 23, comma 12, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), nel testo sostituito dall’art. 36, comma 10-bis, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria), convertito, con...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 222, comma 2, quarto periodo, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), nella parte in cui non prevede che, in caso di condanna, ovvero di applicazione della pena su richiesta delle parti...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 517 del codice di procedura penale, nella parte in cui non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento l’applicazione della pena, a norma dell’art. 444 cod. proc. pen., relativamente al reato concorrente emerso nel...

Cassazione Civile SS.UU.

Nell’ipotesi di notificazione della sentenza ai sensi dell'art. 326 c.p.c., il termine breve di impugnazione di cui al precedente art. 325 decorre, anche per il notificante, dalla data in cui la notifica viene eseguita nei confronti del destinatario, in quanto...

Cassazione Civile Sez. III

La notificazione del decreto ingiuntivo effettuata presso il luogo in cui l'ingiunto aveva la residenza anagrafica fino a poco tempo prima è nulla, ma non inesistente, non potendosi dire che tale luogo sia privo di riferimenti col destinatario della notifica....

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale degli artt. 24, comma 1, e 25, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 14 novembre 2002, n. 313, recante «Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di casellario giudiziale, di anagrafe delle sanzioni amministrative...

Cassazione Civile Sez. III

In tema di sorpasso si richiede spazio libero sufficiente. Detta espressione deve essere intesa riferita non soltanto alla distanza che separa il conducente da eventuali ostacoli, che si trovino o sopraggiungano nell'opposta corsia di marcia, ma anche alla distanza laterale...

Cassazione Penale Sez. IV

Nei reati contro il patrimonio, la circostanza attenuante comune del danno di speciale tenuità è applicabile anche al delitto tentato quando sia possibile desumere con certezza, dalle modalità del fatto e in base ad un preciso giudizio ipotetico che, se...

Cassazione Civile Sez. II

In materia di opposizione a sanzioni amministrative, è inammissibile l’opposizione a cartella di pagamento, ove finalizzata a recuperare il momento di garanzia di cui l’interessato sostiene di non essersi potuto avvalere nella fase di formazione del titolo per mancata notifica...

Cassazione Civile Sez. II

L’assenza di verifiche periodiche di funzionamento e di taratura è suscettibile di pregiudicare l’affidabilità metrologica a prescindere dalle modalità di impiego delle apparecchiature destinate a rilevare la velocità. La taratura risulta necessaria ed il verbale può presumersi affidabile solo a...

Cassazione Penale SS.UU.

La continuazione, quale istituto di carattere generale, è applicabile in ogni caso in cui più reati siano stati commessi in esecuzione del medesimo disegno criminoso, anche quando si tratti di reati appartenenti a diverse categorie e puniti con pene eterogenee....

Cassazione Civile Sez. VI

Le spese relative alla manutenzione ed alla ricostruzione dell’ascensore, al pari delle scale, devono essere ripartite tra i proprietari delle unità immobiliari a cui servono, per metà in ragione del valore delle singole unità immobiliari e per l’altra metà esclusivamente...

Cassazione Civile Sez. II

Il diritto alla provvigione sorge tutte le volte in cui la conclusione dell'affare sia in rapporto causale con l'attività intermediatrice, senza che sia richiesto un nesso eziologico diretto ed esclusivo tra l'attività del mediatore e la conclusione dell'affare, essendo sufficiente...

Cassazione Civile Sez. II

L'ingiuria grave richiesta, ex art. 801 c.c., quale presupposto necessario per la revocabilità di una donazione per ingratitudine, pur mutuando dal diritto penale il suo significato intrinseco e l'individuazione del bene leso, si distacca, tuttavia, dalle previsioni degli artt. 594...

Cassazione Penale Sez. III

E' inammissibile l’opposizione a decreto penale di condanna inoltrata a mezzo PEC, in quanto tale strumento è utilizzabile solo per le comunicazioni effettuate dalle cancellerie alle parti diverse dall’imputato.

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 517 del codice di procedura penale, nella parte in cui, in seguito alla nuova contestazione di una circostanza aggravante, non prevede la facoltà dell’imputato di richiedere al giudice del dibattimento la sospensione del procedimento con messa alla...

Tribunale Sez. Lavoro di Lecce

L'opposizione a decreto ingiuntivo è improcedibile se manca la prova della notifica.

Cassazione Penale Sez. IV

A fronte di una condotta interamente posta in essere sotto il vigore di una legge penale più favorevole e di un evento intervenuto nella vigenza di una legge penale più sfavorevole, trova applicazione il trattamento sanzionatorio vigente al momento della...

Cassazione Penale Sez. II

Nel caso di appropriazione di cose che, come gli assegni o le carte di credito, conservino chiari ed intatti i segni esteriori di un legittimo possesso altrui, il venir meno della relazione materiale fra la cosa ed il suo titolare...

Cassazione Civile Sez. II

La qualità di possessore del bene non viene meno con la stipula di un contratto preliminare di compravendita e ciò vale anche in dipendenza dell'immissione in possesso di altri soggetti. Pertanto, a rispondere degli eventuali danni del bene, è il...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 656, comma 5, del codice di procedura penale, nella parte in cui si prevede che il pubblico ministero sospende l’esecuzione della pena detentiva, anche se costituente residuo di maggiore pena, non superiore a tre anni, anziché a...

Cassazione Penale Sez. IV

Nel vigente ordinamento processuale, sia penale che civile (...) il sabato non è un giorno festivo, non ricadendo nel novero dei giorni ("ricorrenze festive") individuati nominativamente come festivi dalla legge (L. n. 260 del 1949, artt. 1 e 2, come...

Cassazione Civile Sez. II

Il regime di separazione dei beni non cancella la pregressa comunione.

Cassazione Penale Sez. IV

In tema di guida in stato di ebbrezza, l'avvertimento della facoltà di farsi assistere da un difensore, ex art. 114 disp. att. cod. proc. pen., deve essere rivolto al conducente del veicolo nel momento in cui viene avviata la procedura...

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 120, comma 2, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), come sostituito dall’art. 3, comma 52, lettera a), della legge 15 luglio 2009, n. 94 (Disposizioni in materia di sicurezza pubblica), nella...

Cassazione Penale Sez. IV

Il conducente può rifiutarsi di sottoporsi all'esame del sangue se richiesto dalla polizia ma non dai medici.

Cassazione Penale Sez. II

Commette truffa contrattuale l’agente immobiliare che non comunica all’acquirente il difetto di abitabilità di un immobile.

Cassazione Penale Sez. II

Truffa: particolare tenuità se il profitto dei reati continuati è sotto i 200 euro

Corte Costituzionale

L’avere subordinato la causa di non punibilità per la particolare tenuità del fatto alla non abitualità del comportamento illecito non viola il principio di uguaglianza, dato che anche in presenza di fatti analoghi le ineguali condizioni soggettive giustificano il diverso...

Cassazione Civile Sez. III

Per superare la presunzione dettata dall'articolo 2054, primo comma, c.c. occorre provare la osservanza delle norme di circolazione stradale e della normale diligenza, fornendo quindi piena prova di una guida diligente e prudente, inclusiva anche del comportamento attivo consistente nell'adozione...

Cassazione Civile Sez. V

Nel caso di notifica eseguita ai sensi dell'art. 140 c.p.c., quando nel termine stabilito per la notificazione siano avvenuti sia il deposito dell'atto presso la casa comunale, sia anche la ricezione, da parte del destinatario, della notizia del deposito, e...

Cassazione Penale Sez. V

Integra il reato di violenza privata il parcheggiare troppo vicino ad un'altra automobile, impedendo al conducente di scendere dal suo lato e costringendolo a scendere dal lato passeggero.

Cassazione Penale SS.UU.

La causa di esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto non è applicabile nei procedimenti dinanzi al Giudice di Pace.

Cassazione Civile Sez. VI

Quando l'autovelox è posizionato su un tratto rettilineo di strada è nullo il verbale in cui non è specificata la ragione per la quale non è stata possibile la contestazione immediata.

Corte Costituzionale

Illegittimità costituzionale dell’art. 152 disp. att. c.p.c., ultimo periodo, come modificato dall’art. 38, comma 1, lettera b), n. 2, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria), convertito, con modificazioni, nella legge 15 luglio 2011,...

Cassazione Civile SS.UU.

Gli artt. 342 e 434 cod. proc. civ., nel testo formulato dal decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, nella legge 7 agosto 2012, n. 134, vanno interpretati nel senso che l'impugnazione deve contenere una chiara individuazione dei...

Cassazione Penale Sez. IV

La posizione di garanzia assunta dal detentore di un cane impone l'obbligo di controllare e di custodire l'animale adottando ogni cautela per evitare e prevenire le possibili aggressioni a terzi anche all'interno dell'abitazione

Cassazione Penale Sez. IV

Il secondo comma dell'art. 590-sexies cod. pen. articolo introdotto dalla legge 8 marzo 2017, n. 24 (c.d. legge Gelli-Bianco), prevede una causa di non punibilità dell'esercente la professione sanitaria operante, ricorrendo le condizioni previste dalla disposizione normativa (rispetto delle linee...

Cassazione Penale Sez. VI

In caso di subordinazione della sospensione condizionale della pena al pagamento del risarcimento del danno, il giudice è tenuto a considerare e valutare le condizioni economiche dell'obbligato nei casi in cui emergano dagli atti elementi che risultino idonei a far...

Cassazione Penale Sez. V

La registrazione di conversazioni su whatsapp, operata da uno degli interlocutori, costituisce una forma di memorizzazione di un fatto storico, della quale si può certamente disporre legittimamente ai fini probatori, trattandosi di una prova documentale (234 c.p.p.), tuttavia, l'utilizzabilità della...

Cassazione Civile Sez. III

In tema di responsabilità per colpa professionale consistita nell'omesso svolgimento di un'attività da cui sarebbe potuto derivare un vantaggio personale o patrimoniale per il cliente, la regola della preponderanza dell'evidenza, o "del più probabile che non", si applica non solo...

Cassazione Civile Sez. V

Quando l'autovelox è posizionato su un tratto rettilineo di strada extraurbana secondaria, in cui la polizia può posizionarsi in modo tale da fermare l'autovettura di cui si è rilevato l'eccesso di velocità, è nullo il verbale in cui non è...

Cassazione Civile SS.UU.

Allorché il tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario superi, nel corso dello svolgimento del rapporto, la soglia dell'usura come determinata in base alle disposizioni della legge n. 108 del 1996, non si verifica la nullità o l'inefficacia della...

Cassazione Civile Sez. VI

La segnaletica verticale prevale su quella orizzontale quando quest'ultima risulti contraddittoria perché siano assenti o sbiadite le strisce blu che segnalano il parcheggio a pagamento.

Cassazione Penale Sez. III

Non può essere applicata la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente di guida, che discenda per legge da illeciti posti in essere con violazione delle norme sulla circolazione stradale, a chi li abbia commessi conducendo veicoli per la cui...

Cassazione Civile Sez. VI

È nulla la multa per eccesso di velocità se l'autovelox è nascosto tra due alberi.

Cassazione Penale SS.UU.

Le Sezioni Unite della Corte di cassazione, pronunciandosi in tema di impugnazioni di misure cautelari reali, hanno affermato il principio secondo cui la richiesta di riesame può essere presentata, oltre che presso la cancelleria del tribunale del capoluogo della provincia...

Cassazione Civile Sez. III

L'esibizione in giudizio dell'atto di matrimonio recante l'annotazione del fondo patrimoniale non è condizione sostanziale di opponibilità dell'atto ai terzi richiesta dall'art. 162 cod. civ., ma costituisce necessario adempimento dell'onere processuale della prova in giudizio.

Cassazione Civile Sez. III

L'esecuzione nei confronti di un singolo condomino, sulla base di titolo esecutivo ottenuto nei confronti del condominio, per le obbligazioni di fonte negoziale contratte dall'amministratore, può avere legittimamente luogo esclusivamente nei limiti della quota millesimale del singolo condomino esecutato, che...

Cassazione Civile Sez. II

Gli elementi esterni, quali i rivestimenti della parte frontale e di quella inferiore, e quelli decorativi di fioriere, balconi e parapetti di un condominio, svolgendo una funzione di tipo estetico rispetto all’intero edificio, del quale accrescono il pregio architettonico, costituiscono,...